Come noi, anche i nostri amici a 4 zampe hanno bisogno di cibi che gli diano sostanze nutrienti, e come accade per tutti ci sono delle pietanze che assolutamente non possono toccare, per evitare di stare male, per quanto a volte si tenda a volerli viziare, per coccolarli anche nella loro golosità... Non è una buona idea, se lo si fa con gli alimenti sbagliati.

Cosa può e non può mangiare il cane

Può mangiare:

  • CarnePesce: sono cibi adatti per il nostro cane, perché contengono tutti i principi e gli elementi nutritivi utili, come ad esempio vitamine, proteine e grassi.
  • Latte: il latte è un ottimo alimento, ma va dato con molta attenzione e senza esagerare, questo perché il cane è privo di un particolare enzima utile alla digestione del lattosio e quindi gli effetti in cui si potrebbe rischiare di incorrere sono diarrea e vomito. Dietro consiglio del veterinario, si può vedere di introdurre un latte senza lattosio, oppure con caratteristiche veterinarie idonee al consumo del cane adulto.
  • Uova: l'uovo è un'altra ottima fonte di proteine. Il tuorlo difatti è ricco di vitamine e grassi e può essere somministrato anche crudo, mentre il bianco no: deve essere cotto alla perfezione per eliminare la sostanza antivitaminica che contiene e per evitare che il nostro cane possa sentirsi male.
  • Riso, pasta e cereali: se volete dare questi tipi di alimenti al vostro animale, ricordate che vanno cotti molto a lungo e lavati dopo la cottura. È necessario privarli dell’amido in modo da renderli molto più digeribili. Essi rilasciano una giusta quantità di zuccheri utili per il nutrimento del nostro del cane (infatti sono presenti in molti composti, i cosiddetti "pastoni", ma devono essere sempre adeguatamente preparati).
  • Olio: L'olio d'oliva o di semi, somministrato nel giusto dosaggio è particolarmente indicato: grazie al suo contenuto di grassi vegetali aiuta il nostro cane nella sua attività intestinale
  • Frutta e verdura: sono ottime per le vitamine che contengono. È consigliato, per evitare la perdita di tali vitamine, darle poco cotte. Evitare il crudo.
  • Il pane è ricco di lievito e va dato sempre solo ed esclusivamente quando è duro e secco, questo per evitare che non si avvii una seconda lievitazione nell'organismo del cane (col risultato di "gonfiore" e qualche effetto colaterale anche per noi...). Quando il pane è particolarmente duro, si può utilizzare anche come pulitore per i denti.

Non può mangiare:

  • Cioccolato: è molto pericoloso e può addirittura risultare velenoso per il nostro cane. Presenta una sostanza, detta teobromina, che se ingerita in elevata quantità può portare alla morte del nostro amico
  • Gelato: anche il cane può essere intollerante al lattosio (come abbiamo visto poco sopra), per questo il gelato può essere gravemente dannoso per lui e il suo organismo. Inoltre, il freddo brusco dell'alimento può provocargli qualche problema digestivo.
  • Noci: soprattutto le macadamia che contengono una tossina in grado di provocare gravi sintomi al cane.
  • Ossa e ossicini: non lasciatevi ingannare dai film e cartoni animati, quando vedete che il padrone dà da mangiare al cane un osso. Soprattutto gli ossicini di pollo sono quelli meno indicati, perché essendo piccoli il cane può ingerirli rischiando di subire gravi lesioni all'apparato digerente. Per lo stesso motivo è inopportuni lasciargli i "torsoli" della frutta, se dotati di grossi semi.
  • Snack salati e sale: come noi, anche il cane con un consumo elevato di sale rischia di sentirsi male, ed è estremamente dannoso per la sua salute. Secondo un recente studio scientifico, potrebbe causargli gravi attacchi epilettici con rischio di coma e in casi più gravi, alla morte.
  • Uva: Sebbene sia un alimento del tutto naturale (e con semi piccoli), ottimo per la merenda dei nostri bimbi, non è così per i nostri amici cani. L'uva può creare effetti indesiderati come vomito, iperattività (è molto "zuccherina") ma soprattutto problemi renali.