”Ogni cane assomiglia al padrone” recita il proverbio, e in un certo senso è vero. Questo perché il fedele amico a 4 zampe tende ad identificarsi a tal punto con la figura del suo amato padrone da finire, nel tempo, con l'imitarne l'andatura, le movenze e le espressioni. Un amore sconfinato ed incondizionato quello che il cane riserva al suo padrone, e se tra i due c'è feeling si forma un binomio perfetto, assolutamente indissolubile. Ad ogni cane il suo padrone ideale allora, ma come favorire l'intesa perfetta?

Tutto parte da quale razza di cane si sceglie. Già, perché di cani ce ne sono tanti e tutti con caratteristiche diverse. Per far si che la coppia sia perfetta occorre tenere ben presenti numerosi aspetti prima di lanciarsi in scelte di cui ci si potrebbe pentire.

Nell'accogliere in casa un cane dobbiamo innanzitutto valutare noi stessi, lo stile di vita a cui siamo abituati e il nostro carattere, ma anche la nostra abitazione e gli spazi che possiamo riservare al nostro amico. Ecco una lista delle caratteristiche da valutare attentamente prima di prendere un cane.

La taglia

Non è certo l'unico aspetto da considerare, ma è sicuramente quello da cui partire. Normalmente si classificano i cani in grande, media o piccola taglia, a seconda delle dimensioni che l'animale raggiunge da adulto. Va da se che scegliere un cane di grossa taglia per chi abita in un monolocale del centro città è sicuramente sconsigliato, ma non è detto che sia impossibile.

Ci sono infatti cani di taglia medio/grande, come il boxer, che per indole sono molto tranquilli e sornioni, per cui si adattano bene anche a piccoli spazi. Di contro altri cani molto più piccoli, come il terrier o il jack russel, hanno un carattere talmente vivace e scatenato che racchiusi dentro le classiche 4 mura finirebbero col soffrire terribilmente.

Naturalmente ci sono cani piccolini che anche per il loro carattere sono particolarmente adatti agli spazi piccoli, come ad esempio il carlino.

Il carattere

Cercare un cane dal carattere simile al proprio è senza dubbio la scelta migliore. Se siete pigri, indolenti e poco espansivi perché rischiare uno spiacevole scontro di carattere adottando un cane giocherellone che vuole mille attenzioni? Meglio scegliere un cane dall'indole più tranquilla e indipendente.

Lo stesso vale per chi ha una vita molto impegnata e sta spesso fuori casa: ci sono cani che non sopportano minimamente la lontananza dal padrone per lunghi periodi, e altri che per loro natura si adattano molto più facilmente.

Lo spazio

Avere il giusto spazio per il cane è fondamentale, e lasciargli condividere gli spazi comuni con il resto della famiglia un vero e proprio diritto per il cane. In fondo è anche lui un membro della famiglia. Per cui se non volete che il cane rovini il tappeto o il divano del vostro salotto le scelte sono solo due: o lasciate scorrazzare il cane in giardino se ne avete uno adeguato, o rinunciate al cane. E' sicuramente meglio che tenere il proprio cane rinchiuso in garage o, peggio ancora, perennemente legato alla catena: questa sarebbe una vera e propria crudeltà nei confronti dell'animale.

L'ultimo consiglio per sapere quale razza scegliere? Chiedete sempre tutte le informazioni riguardanti le caratteristiche delle varie razze al rivenditore, o la gestore del canile dove potete adottare gratuitamente un bellissimo e tenero meticcio, che sicuramente saprà amarvi tanto quanto un cane di razza.