Al fritto, pur sapendo che è un metodo di cottura che non fa di certo bene alla salute, è impossibile rinunciare. Soprattutto in particolari circostanze, pranzi in famiglia e cene tra amici sono infatti spesso allietate dalla presenza in tavola di fritture di pesce, patatine, suppli e fiori di zucca.

Ma ogni massaia sa che friggere causa un fastidioso inconveniente: l'odore di fritto invade la cucina e la casa, persino i vestiti, con il risultato che colei che sta tra i fornelli si siede a tavola emanando odore di mozzarella in carrozza!


Esistono però alcuni trucchi che ti consiglio di mettere in pratica al fine di evitare che la puzza di fritto si propaghi in tutti gli ambienti domestici, contaminando tappezzeria, tendaggi, tappeti ed altro.

Per prima cosa, un' ovvia raccomandazione: quando si frigge è buona norma chiudere le porte delle stanze da letto e quella della cucina.

Controllare periodicamente che la cappa aspirante funzioni

Le cucine moderne sono dotate di una cappa aspirante elettrica che riduce notevolmente il rischio di diffondere l'odore di fritto e di cucina.

Periodicamente è opportuno fare dei controlli per verificare che funzioni in modo efficiente e se il particolare filtro di cui è munita ha bisogno di essere sostituito.

Usare olio di oliva per friggere

A differenza dell'olio di semi, l'olio di oliva meglio se extravergine, è in grado di sostenere temperature più elevate senza liberare sostanze nocive per la salute.


Inserire una fettina di mela nell'olio

Una fettina di mela, senza semi, inserita nell'olio freddo prima di iniziare a friggere, è in grado di assorbire e neutralizzare il fastidioso l'odore. Inoltre, grazie a questa stratagemma è possibile rendersi conto del momento in cui l'olio raggiunge la temperatura ottimale per iniziare a friggere. 

In alternativa alla mela si può usare allo stesso scopo il succo di mezzo limone daspruzzare nell'olio della padella o della friggitrice. 


In più, con questo sistema, il fritto avrà un gradevole aroma di limone particolarmente adatto alle fritture che ne richiedono la presenza.

Acqua e aceto per il fritto di pesce

Per friggere il pesce, il cui odore risulta più fastidioso quando si disperde nella casa, il segreto risiede nell'utilizzo dell'aceto. Basterà mettere un pentolino contenente acqua e aceto sul fornello accanto alla padella in cui si sta friggendo e addio odore sgradevole. Se per alcuni risulta sgradevole anche l'odore dell'aceto, si può correre ai riparo utilizzando dei chiodi di garofano.