Chi vive in città sa bene quanto possa essere fastidioso avere piccioni che hanno deciso di fare del balcone di casa il proprio nido o ricovero per la notte. Pur essendo amanti degli animali, è una seccatura vedere il nostro caro piccione che ci lascia dei “regalini” magari proprio appena abbiamo finito di pulire il terrazzo. Quindi dobbiamo escogitare qualche trucchetto che possa allontanarli dalla nostra abitazione e li porti a nidificare altrove. Oggi vogliamo suggervi delle accortezze e delle tattiche che possano aiutarvi in tal senso, senza ovviamente maltrattare l’animale.

 

  • Eliminare le fonti di cibo: la prima cosa da fare in assoluto è togliere dal balcone tutto ciò che potrebbe essere mangiato dal piccione, se non troverà nulla di cui nutrirsi probabilmente andrà a cercare altrove la sua dimora.
  • Sigillare ogni spazio o pertugio che possa essere utilizzato dal piccione come ricovero per la notte o nido.
  • Realizzare finti predatori: è noto che i piccioni abbiano paura di animali predatori come falchi ed aquile, ma ovviamente in città tali volatili non sono presenti, è possibile però realizzare dei fantocci che ne abbiano le sembianze da posizionare sul terrazzo, in questo modo i piccioni si allontaneranno temendoli; abbiate l’accortezza però di spostarli di tanto in tanto sul balcone, non dimenticate che il piccione è un animale piuttosto “fifone”, ma molto intelligente ed in poco tempo si accorgerà dell’inganno.
  • Allo stesso modo i piccioni temono i gufi, hanno paura del luccichio dei loro occhi. E’ possibile disegnare o dipingere occhi di gufo utilizzando magari il colore dorato che li caratterizza e posizionarli sul parapetto o sulla finestra del balcone che il piccione preferisce come sua dimora; anche in questo caso batate a non tenere sempre nella stessa posizione il “dissuasore artigianale”.
  • Abbiamo capito quindi che il piccione non gradisce i luccichii e ciò che brilla in genere. Possiamo approfittare di questo mettendo tra le piante che abitualmente abbiamo sul balcone o appesi al parapetto dei vecchi CD che non utilizziamo più, agiranno che dei piccoli specchi riflettendo la luce del sole, in questo modo i piccioni, spaventati, andranno altrove.
  • Oltre che del riflesso della luce, i piccioni sono disturbati anche dai colori vivaci, per questo motivo potrebbe essere utile infilare nei vasi delle girandole colorate che inoltre, girando con il vento, produrranno rumore che aiuterà ad allontanare i piccioni dal balcone.
  • Oli essenziali: in vendita vi sono prodotti del tutto naturali che possano allontanare i piccioni rendendo l’ambiente da loro scelto (il nostro balcone) poco piacevole, sono dei cubi impregnati con degli oli essenziali dall’odore poco gradito dai volatili, oltre a non essere nocivi, sono predisposti per resistere alla pioggia, mantenendo intatti gli odori che sprigiona. Basta posizionarli nei punti preferiti del piccione ed il gioco è fatto.
  • I piccioni non gradiscono neppure l’odore di alcune spezie,soprattutto quelle più decise come il peperoncino, la cannella o il pepe, poiché vengo associati a situazioni di pericolo da cui è meglio stare alla larga. Sarà sufficiente mettere un po’di queste spezie in ciotoline e sistemarle all0interno del balcone; ma prestate attenzione perché con un colpo di vento o comunque stando all’aria aperta, questo escamotage potrebbe perdere efficacia, è quindi necessario cambiare costantemente le spezie.

E’ bene ricordare che in commercio vi sono anche apparecchiature o trappole che possano agire in modo efficace nell’allontanamento dei piccioni, ma spesso non lo fanno in modo del tutto innocuo. Cerchiamo quindi di preferire piccoli rimedi andando ad analizzare quella che è la psicologia del piccione così da rendergli l’ambiente del nostro balcone poco gradito ed inospitale, in tal modo noi avremo risolto il problema ed il piccione non subirà danno in alcun modo.

Pubblicità