I cani sono i migliori amici degli  uomini, fedeli e teneri compagni di vita, ma del proprio migliore amico dovremmo conoscere tutto, vero? Ma ci sono alcune curiosità che di certo pochi sanno sul conto degli amici a quattro zampe, qui per voi 30 caratteristiche che forse non conoscete

  1. Hanno una visione al buio ottimale, decisamente superiore a quella umana

    tharamust

  2. Il cucciolo appena nato non sente e non vede niente

    gurinaleksandr

  3. Addomesticare i cani è una pratica iniziata già nel Paleolitico

    Comodo777

  4. La sudorazione dei cani avviene tra i cuscinetti delle zampe

    Rejja

  5. L'utilizzo di targhette di riconoscimento fu introdotto nel XIX secolo, evento degno di nota allora, da cui nacque il diritto che lega un animale ad un tutore ben definito

  6. Girano su se stessi prima di dormire per creare un giaciglio comodo in cui riposare serenamente

  7. Possono udire suoni sino a 260 metri

    Rejja

  8. L'orologio biologico del cane è un timer perfetto, sono regolari e metodici. E' opportuno che i loro amici umani siano altrettanto precisi nel rispettare gli orari di uscita e alimentazione, così da regalare serenità al proprio cane, che si sente sicuro della metodicità dei suoi ritmi

    Javier Brosch

  9. Soffrono di stress quando sono insoddisfatti, quando le loro predisposizioni non vengono rispettate, ad esempio un cane da caccia chiuso in casa non può esprimere il suo talento olfattivo e di corsa, un cane che non si fida dei suoi padroni perché non danno una regolarità al suo vivere in famiglia. Sfoghi dello stress sono escoriazioni su zampe dovute a leccate continue , un abbaio continuo, pipì fuori luogo

    Mila Atkovska

  10. L'età media dei cani va dagli 8 ai 16 anni, ma il caso di cane più anziano indica 29 anni

    Alex Mladek

  11. I cani più sono piccoli più sono longevi

  12. Karl Friedrich Louis Dobermann creò la razza che porta il suo nome per difendersi durante il suo lavoro di esattore delle tasse ed esecutore di sequestri giudiziari

    AnetaPics

  13. Leccare il volto per salutare è un gesto di sottomissione

  14. Vivono la famiglia che per loro è un branco, loro sono gregari se il loro tutore umano riesce a gestire con disciplina e affetto l'intero clan, composto anche dai restanti umani della famiglia.

  15. La vita mentale di un cane è estremamente ricca e complessa, in continuo apprendimento, come un bimbo di 3 anni

  16. Sognano ad ogni riposo dopo circa 20 minuti dall'inizio del pisolino, e quando lo fanno muovono le zampe come se corressero e muovono le orbite oculari proprio come accade a noi umani quando siamo tra le braccia di Morfeo, il respiro diventa irregolare. Sognano esperienze legate alle loro attività quotidiane

  17. Non vanno d'accordo con i gatti per una semplice incomprensione di codice: il cane se felice scodinzola, se teso ha la coda in alto ferma e rigida, per il gatto è invece proprio il contrario: se un cane scodinzola il gatto interpreta il suo atteggiamento come un attacco e se un gatto è sereno ha la coda dritta e ferma ma il cane codifica questo comportamento come un possibile attacco. Non vanno d'accordo solo perché il loro codice comunicativo della coda è all'inverso per odio e amore!

    vvvita

  18. Apprendono attraverso un processo di imitazione dai più grandi ma anche dagli altri animali, anche gatti, con cui crescono sin dalla tenera età

  19. Esistono cani che sono capici di percepire le fasi antecedenti agli attacchi epilettici, permettono al soggetto malato o chi intorno di essere pronti nel momento di crisi epilettica
  20. Alcuni cani annusano la presenza di tumori

  21. I cani sono gli unici animali capaci con l'addestramento di guidare persone senza l'uso della vista, e ad essere un supporto notevole per i salvataggi in mare, nella neve e tra le macerie 

    Antonio Gravante

  22. In Usa esiste un'emittente radiofonica proprio per cani, per far loro compagnia quando gli amici umani sono fuori casa

    Javier Brosch

  23. Il cane è l'unica specie animale che conta il maggior numero di razze, oltre 800

  24. I cani si rinfrescano con le narici

    KampolG

  25. Esistono cani destri, ambidestri e mancini, come gli umano hanno una preferenza nell'uso delle zampe: per i maschi è facile da capire, dipende da quale zampa alzano per are pipì, per le femmine è necessaria una maggior osservazione, e più o meno il numero di cani destri è pari in media al numero dei mancini, non come per gli umani dove prevalgono i destrorsi

  26. Sono tra i pochi animali ben disposto verso ciò che è vivente, non fanno distinzione tra gli animali, sono le esperienze negative vissute a creare traumi e influenzare i comportamenti

  27. Nella prima fase di vita il cucciolo dorme per il 95%del tempo e il resto mangia

  28. Cani e umani condividono il 75% del codice genetico

  29. I cani hanno piacere ad aiutare il loro capobranco, è un atteggiamento tipico del gregario, ma in cambio si aspettano sempre un premio, per loro la ricompensa è la prova di aver fatto qualcosa di utile al loro tutore umano

  30. Mangiare l'erba per un cane è necessario per ripristinare lo stomaco. È il loro istinto che li stimola a mangiare erba e se lo fa ne ha proprio bisogno: se lo fa non vietategli di farlo, abbiate pazienza di aspettare anche perché dopo che avrà finito dopo qualche minuto si fermerà in un posto appartato e rimetterà l'intera palla di erba mangiata, è un modo per pulire il pancino

    Inna Astakhova

 

 

Ora che avete qualche notizia in più riuscirete a capire meglio il vostro compagno peloso e se non avete fatto mai una convivenza di questo tipo, allora può essere una buon inizio per entrare nell'idea che vale la pena vivere un rapporto così speciale come quello tra umano e cane. E' un animale fedele e rispettoso, ma attenzione non è un gioco, è una meravigliosa vita di cui prendersi cura, avete letto che è come se avesse 3 anni, è perciò bisognoso di continue cure, attenzioni, giochi e disciplina come ogni umano di 3 anni! il fatto è che i cani hanno 3 anni per almeno una decina di anni, per questo è una decisione da prendere con serietà e quando inizierete questa convivenza vi chiederete: come mai non ci ho pensato prima?