Convivere con un animale domestico può darci moltissime soddisfazioni, e anche se dobbiamo ammettere quanto sia impegnativo prendersi cura di loro, le fusa del nostro gatto o lo scodinzolare di Fido meritano tutto il nostro affetto e le nostre attenzioni.

Come fosse un membro della famiglia, è innegabile avvertire il desiderio di immortalare alcuni momenti della sua vita, al fine di conservarne il ricordo .   

Purtroppo però fotografare un cane , un gatto o un coniglietto non è un’impresa facile, dal momento che è molto difficile catturare la loro attenzione e riuscire a farli stare fermi per mantenere una determinata posa. Spesso il risultato non è quello sperato, e quando la foto è stata scattata ci accorgiamo che è mossa, sfocata, o che non c’era abbastanza luce.

Vyskocilova88/shutterstock share

Abbiamo detto però, che è difficile non impossibile scattare delle foto soddisfacenti ai nostri animali domestici , basta seguire questi consigli e armarsi di pazienza.

La prima cosa da fare, e che io considero un buon ’investimento’ per il nostro futuro da fotografi, è abituare il nostro amico domestico alla vista della fotocamera affinchè prenda confidenza e non si spaventi o si senta minacciato quando andremo ad usarla.

Il modo migliore è lasciargliela annusare, inizialmente senza togliere la custodia. Successivamente fategliela vedere senza custodia è avvicinatela a voi come se voleste scattare una foto, mimandone i movimenti senza però premere il pusante.

Solo dopo che l’animale avrà famigliarizzato con l’apparecchio senza manifestare segni di inquietudine, potrete scattare la foto.

Attenzione, se il suono dello scatto o la luce del flash lo impauriscono, ripetete l’intera seguenza con serenità senza alcuna costrizione.

Il secondo consiglio da seguire è quello di scegliere un luogo che l’animale conosce : il parco dove lo portate abitualmente, nel giardino in cui gioca, o sulla sua poltrona preferita. 

CebotariN/shutterstock share

Le prime volte esercitatevi scattando foto mentre sta dormendo o si sta rilassando: quando è vigile viene facilmente distratto dall’ambiente circostante e rischiate di non riuscire a farlo stare fermo.

Per ottenere risultati migliori, abituatelo gradualmente ritraendolo in compagnia di una persona che conosce e di cui si fida affinchè possa catturare la sua attenzione e tenerlo fermo.

Se siete soli, un modo per farlo rivolgere verso l’obiettivo è quello di attirare il suo sguardo aiutandoti con un gioco che gli farai vedere da dietro la fotocamera.

Anche se le foto più belle sono quelle scattate in situazioni in cui il cane o il gatto non si accorge della vostra presenza, seguendo questi suggerimenti i risultati miglioreranno di volta in volta.

Un’ultima cosa riguarda la scelta dello sfondo , che dovrà essere in contrasto con il colore del manto inoltre quando non è strettamente necessario, evitate l’ uso del flash .