Il vostro gatto sembra un po’ rotondetto? Più che camminare sembra rotolare? E’ tanto tempo che non lo vedete balzare da una parte all’altra della casa? Se la risposta è “sì” probabilmente il vostro gatto è obeso. La sedentarietà e cattive abitudini domestiche possono influire anche sul peso degli animali che tende a prendere chili di troppo. Ma niente paura, se avete il timore che il vostro micio possa essere obeso, continuate a leggere e scoprite cosa fare.

Calcolare il peso forma del gatto

Innanzitutto occorre verificare se realmente il vostro gatto è obeso o ha solo qualche chiletto di troppo. La difficoltà di questa fase è nel determinare il peso forma. Non è sicuramente cosa facile, neanche se si tratta di un gatto di razza poiché, anche in questo caso, gli standard ammettono una variabilità del 20-30%. Dovete quindi affidarvi all’occhi esperto del vostro veterinario. Una volta stimato il peso forma non dovrete far altro che pesare il vostro gatto. Non è certamente cosa semplice convincere un gatto a star fermo sulla bilancia, il metodo più facile è quello di pesarvi con i vostro micio in braccio e poi pesarvi senza, fate la differenza dei due pesi ed avrete il peso del vostro gatto. A questo punto potrete stabilire se il gatto è obeso qual’ora il suo peso superi del 40% il peso forma stimato.

Perché il gatto è obeso?

Il gatto è obeso sostanzialmente perché conduce una vita sedentaria. Quando il micio vive in un appartamento è piuttosto normale che sia limitato nel muoversi, a questo si aggiungono gli spuntini continui, senza orari e gli “spizzichi” dalla nostra tavola. Come noi, anche i gatti hanno bisogno di orari e quantità regolari, quindi non fatevi abbindolare dai loro occhioni supplicanti e rinunciate a farli partecipi dei vostri parti.

Apriamo una parentesi sui gatti sterilizzati. Spesso si commette l’errore di pensare che un gatto sterilizzato sia destinato ad essere un gatto obeso o comunque in sovrappeso. Niente di più sbagliato, la sterilizzazione va ad influire sugli ormoni sessuali del gatto, toccando marginalmente il metabolismo che risulta rallentare solo di circa il 5-10%, una percentuale così bassa da non poter far entrare la sterilizzazione tra le cause di obesità del gatto.

Cosa fare quando il micio prende chili di troppo?

Accertato dunque che il gatto è obeso e comprese le cause che hanno portato a ciò, occorre intervenire. Dovete sapere che far dimagrire un gatto obeso è più semplice di quel che si pensi. Sappiamo che il gatto è testardo e caparbio, quindi dovrete trovare il modo di fargli capire che ciò che fate è per il suo bene. Ovviamente non potrete basare tutto sul dialogo e la forza di volontà, per lui ogni privazione risulterà una punizione e potrà succedere che i primi tempi arrivi ad odiarvi, ma non perdetevi d’animo, state facendo tutto ciò per il suo bene. Ci sono alcune abitudini che potranno aiutarvi a far dimagrire il vostro gatto obeso, vediamole insieme:

  • esercizio, bastano una ventina di minuti al giorno, procuratevi dei giochini, delle palline e divertitevi insieme a lui stimolandolo a muoversi; evitate invece le lucine laser rosso che hanno come unico scopo quello di far muovere il gatto come un pazzo...
  • giuste razioni di cibo, non commettete l’errore di lasciare ciotole stracolme di croccantini in giro per casa, ma somministrate il giusto quantitativo di cibo, rispettando una tabella oraria; evitate, di contro, di fargli saltare i pasti o addirittura giorni di digiuno, avranno come unico risultato quello di far ammalare il gatto.
  • qualità degli alimenti, come per noi anche per il nostro micio la qualità di ciò che mangia è importante e può influire sul suo stato di salute, peso corporeo compreso. Evitate quindi cibi low cost  ricchi di grassi poco salubri, ma preferite cibi di qualità e bilanciati, ricordate che anche se il gatto deve dimagrire, è indispensabile fornirgli tutte le sostanze necessarie affinché resti in buona salute.

Curiosità

Se avete l’opportunità di fare passeggiate nella natura, provate a portare il vostro gatto al guinzaglio, proprio come si farebbe con un cagnolino di piccola taglia. Sembra strano ma alcuni gatti amano passeggiare con i propri padroni e, se il micio gradisce, assecondateli nel loro desiderio, oltre a fare movimento, fare passeggiate al vostro fianco rafforzerà il vostro legame.