Seguendo questi semplici consigli, non solo avrete un bucato migliore, ma la lavatrice vi ringrazierà, restando durevole ed efficiente.

Mettete 2 pastiglie per la lavastoviglie in lavatrice. Non è soltanto un trucco semplice, ma anche molto efficace!

È stato scoperto che i detersivi liquidi hanno più probabilità di generare muffe in lavatrice, prediligete – se possibile – l’uso di un tradizionale detersivo in polvere. 

La lavatrice è l’elettrodomestico che serve a garantire la pulizia e l’igene del nostro vestiario e della nostra biancheria. Che fare quando è la lavatrice stessa ad essere sporca? 
 Di seguito alcuni trucchi utili per farla tornare a splendere:

1. Pulire il cestello

Anche se a prima vista il cestello sembra sempre pulito ciò non è del tutto vero. Batteri, germi e residui si accumulano in ogni fessura, e la particolare struttura bucherellata li rende difficili da rimuovere a mano.
Il metodo migliore e più facile per pulire il cestello è programmare un lavaggio a vuoto ogni 2 mesi, utilizzando 2 pastiglie per lavastoviglie al posto del detersivo e una temperatura di 60°, iniziate dunque il ciclo come per un normale lavaggio, questo disinfetterà e pulirà bene il cestello e le sue parti.

2. Eliminare gli odori sgradevoli

Se quando aprite la lavatrice l’odore è sgradevole, la causa è sicuramente la presenza di muffe, la muffa può formarsi nella guarnizione o in zone più recondite. In questo caso dovreste lasciare lo sportello aperto dopo ogni lavaggio, sembra un controsenso, ma l’umidità elevata che resta a sportello chiuso amenterà le muffe, invece lasciando aperto lo sportello a lungo riusciamo ad eliminarle gradualmente poiché creeremo un ambiente asciutto ostile alla muffa stessa

Twitter/HeatherHurczyn share

3. Pulire il filtro

Il filtro protegge la pompa dai residui di tessuti, oggetti, fazzoletti ecc. che possono venire a trovarsi a contatto con l’acqua del lavaggio. Per sua natura esso diventa quindi un ricettacolo di sporcizia che – se non pulito regolarmente – causa la formazione di muffe, odori sgradevoli e batteri. Il filtro si trova solitamente nella parte inferiore dell’elettrodomestico, a volte nascosto da un semplice strato di plastica. Posizionate sotto uno straccio prima di svitare il tappo del filtro e pulirlo. 

 

Svitate il tappo. La fuoriuscita di acqua è normale, è una parte che resta quasi bagnata più a lungo delle altre

Loading...
Youtube/HotpointServiceUK share

 

Con le dita – meglio usare i guanti per non venire a contatto con materiale chimico e germi – rimuovete i residui più grossi. Poi passate bene straccio sul filtro e sul tubo. Avvitate bene il tappo del filtro prima di riaccendere la lavatrice.

4. Pulire la guarnizione

Che stiate mettendo in lavatrice la biancheria sporca, o tirando fuori quella appena lavata, il contatto con la guarnizione è inevitabile. La gomma si trova intorno allo sportello per evitare che ci siano perdite d'acqua ma, allo stesso tempo, diventa un habitat ideale per germi e batteri. L'acqua stagnante crea facilmente la muffa. Non tutti ci pensano e continuano a far accumulare impurità. E, più a lungo si aspetta, più difficile sarà eliminare gli accumuli di sporco. Prendete quindi 30 secondi del vostro tempo prima e dopo il bucato e passate uno straccio intorno alla guarnizione.

Twitter/https://twitter.com/Pelectrics/status/720153129409388544

5. Pulire il cassetto dei detersivi

Spesso succede che non tutto il detergente inserito nella vaschetta venga utilizzato, rimanendo stagnante e producendo muffe molto più velocemente di quanto si possa pensare. Sempre meglio estrarre il cassetto, pulirlo con un vecchio spazzolino da denti e del detergente. Se non sapete come rimuovere il comparto, leggete le istruzioni. Ci vogliono solo pochi minuti e sarete sicuri di avere un bucato fresco e profumato!

Twitter/morenoclaus2 share

6. Utilizzare il giusto detersivo

Non è semplice districarsi tra l'offerta di detergenti al supermercato. Come fare a sapere quale funziona meglio? È stata scoperta una correlazione tra detergenti liquidi e crescita della muffa. In futuro, quindi, scegliete un detersivo in polvere. 

Twitter/TomVierhile share

Se seguirete questi consigli, non sarà solo la vostra lavatrice a ringraziarvi, ma anche il bucato. 

Fonte: perdavvero.com