Tutti conosciamo l’importanza che riveste la salute dei denti, delle gengive e della bocca in generale e per questo motivo cerchiamo di prendercene cura al fine di evitare infiammazioni, carie ed estenuanti sedute dal dentista.

Prevenire è la soluzione migliore: lavare i denti regolaramente ed effettuare almeno ogni sei mesi una visita di controllo è una buona strategia per avere sempre un sorriso perfetto.

L’uso del collutorio per una corretta igiene orale, è spesso oggetto di dibattito per gli esperti, in quanto la loro formulazione prevede l’utilizzo di sostanze chimiche che possono essere dannose, come ad esempio l’alcool che a lungo andare può irritare la mucosa orale.

Per questo motivo bisogna sempre fare attenzione alla scelta del collutorio, e se ci si trova in presenza di infiammazioni o infezioni particolari è sempre consigliabile l’utilizzo di un prodotto medicato (in genere a base di clorexidina) da acquistare in farmacia, magari su consiglio medico.

Se invece preferite l’utilizzo di un prodotto naturale, preparato in casa, che sia efficace e al tempo stesso economico, potete provare questa ricetta:

Collutorio naturale a base di bicarbonato

Sappiamo che il bicarbonato, usato con sensatezza, ha un forte potere sbiancante per i denti e svolge una significativa azione antibatterica. Questa proprietà offre un valido aiuto per prevenire la formazione della placca  e della carie.   

credits: mady70 share

Ingredienti

1 cucchiaio di bicarbonato di sodio

1/2 bicchiere di perossido d’idrogeno (acqua ossigenata)

1/2 cucchiaino di sale (rimineralizza lo smalto dei denti)

1/2 Tazza di acqua calda

1/2 tazza di acqua fredda

Per prima cosa mescola il bicarbonato con il sale e aiutandoli con uno spazzolino da denti bagnato applicalo sui denti delicatamente e sciacquare.

Ripetere questa operazione una seconda volta.

Procedi ad effettuare degli sciacqui mescolando l’acqua ossigenata all’acqua tiepida, facendo attenzione a non ingoiare la soluzione.

Ripeti più volte.

L’uso di questa procedura per l’igiene orale, può essere effettuata fino ad un massimo di due volte a settimana.