Chi ha un gatto, ha inevitabilmente in casa, quell'odore particolare che probabilmente non sente più perché è ormai abituato, ma che spesso per chi viene dall'esterno risulta essere sgradevole.. Per evitare questo spiacevole inconveniente è opportuno seguire in primis alcune norme igieniche fondamentali, come ad esempio la regolare pulizia della lettiera, ma se questo non bastasse ecco alcuni consigli da seguire.

  1. Se il vostro gatto è abituato all'uso di una lettiera col coperchio, tenete presente che al suo interno non vi è abbastanza ventilazione, e questo favorisce il cattivo odore. Assicurarsi quindi che per lui sia abbastanza agibile e provvedete alla periodica sostituzione dei filtri.
  2. Come già anticipato, cambiate la "sabbia" della lettiera spesso, e sceglietene un tipo che contrasti il cattivo odore. Ce ne sono molte in commercio e anche se costano un po' di più, c'è da preferirle ai giornali, che non hanno alcun potere assorbente. 
  3. Cospargete la lettiera con del bicarbonato di sodio: è un prodotto naturale ed elimina il cattivo odore. Provare per credere!
  4. Fate attenzione all'alimentazione del gatto: potrà sembrarvi strano, ma alcuni alimenti influenzano il loro odore, come ad esempio il cibo secco ed il latte. Quest'ultimo, tra l'altro può provocare al vostro piccolo animale domestico, problemi intestinali. L'ideale sarebbe variare la sua alimentazione tra pasto secco ed umido.

Ads

  1. Non cambiate il luogo abituale dove è posta la lettiera: il gatto non trovandola potrebbe fare i propri bisogni sui tappeti o sulle pareti. Se avete la necessità di cambiarle posto, posizionate una nuova lettiera nel luogo in cui vorrete metterla, e togliete quella vecchia solo dopo che il gatto si sarà abituato al cambiamento.
  2. Usate prodotti naturali per deodorare la casa. Potete mettere della cannella, dei chiodi di garofano e del  limone in una ciotolina d'acqua, oppure un mazzo di fiori freschi, oltre ad arieggiare spesso gli ambienti.

Ricordiamo che queste sono delle semplici raccomandazioni, ma se il cattivo odore è difficile da eliminare e rappresenta un problema, è buona norma assicurarsi che non vi siano particolari patologie del gatto che lo causano, e rivolgersi ad un veterinario di fiducia.