La calendula è largamente usata nelle cure naturali grazie alla sua efficace azione cicatrizzante e rigenerante del tessuto epidermico. Riscontriamo infatti ottimi risultati nella cura di piaghe o lesioni,abrasioni o geloni. Tale effetto è dovuto alla capacità di ottimizzare l'irrorazione sanguigna, migliorando in tal modo il trofismo dei tessuti. Da non dimenticare inoltre le buone capacità emollienti e lenitive, grazie all’elevata presenza di flavonoidi di cui la calendula è ricca. In commercio la troviamo sotto forma di pomata ed è facilmente reperibile nelle comuni farmacie o erboristerie. Ma se amiamo la cosmesi naturale ed il fai da te, possiamo realizzare una crema alla calendula anche in casa, vediamo come.

Come fare

Innanzitutto assicuriamoci di avere a portata di mano:

  • fiori di calendula, olio essenziale di sandalo, mirra, incenso elavanda,
  • burro vegetale
  • alcuni vasetti di vetro

Per prima cosa dobbiamo avere a portata di mano della calendula, ce ne serviranno 60 grammi, qualche goccia di olio essenziale di sandalo, della mirra, incenso e lavanda. Tutti questi ingredienti saranno facilmente reperibili in qualsiasi erboristeria. Avremo bisogno anche del burro vegetale, come può essere ad esempio il burro di cacao o il burro di karité, ci servirà per dare la giusta consistenza alla crema e contemporaneamente fungerà da idratante. Possiamo reperire la calendula anche lungo le strade durante le nostre passeggiate, riconoscerla sarà semplicissimo, grazie al caratteristico colore arancione dei suoi fiori, attenzione però a scegliere zone di raccolta lontano dal traffico e dalle città.

Quando avremo tutti gli ingredienti, inizieremo mettendo a sciogliere il burro in un pentolino e metteremo dentro le erbe (calendula e lavanda) ed aggiungeremo l'olio di sandalo, la mirra e l'incenso, che daranno la profumazione. A questo punto lasciamo tutti gli ingredienti sul fuoco per pochi minuti, dopo di che facciamo riposare il tutto per una giornata. Trascorso il tempo, scaldiamo un po' il composto e filtriamolo con  una garza. Mettiamo, a questo punto, l'olio filtrato, ancora caldo, dentro vasetti di vetro puliti. Schiacciamo per bene le erbe sul filtro così da prelevarne tutti gli oli essenziali. I residui potranno essere usati come impacchi sulle zone che andremo a trattare.

L'olio così ottenuto e contenuto nei vasetti solidificherà in breve tempo ed ecco la crema alla calendula fai da te è pronta. Potremo conservarla tranquillamente a temperatura ambiente e, ovviamente con le dovute cautele, durerà per diverso di tempo. Per prolungarne la conservazione potremmo metterla in frigorifero, così che duri per diversi mesi.

Quando andremo ad applicarla sulla pelle, noteremo la sua particolare untuosità, che la renderà adatta a pelli particolarmente secche come possono essere lemani o i piedi. Per questo motivo deve essere applicata in piccole dosi e fatta penetrare in profondità  con un massaggio.

Curiosità

Forse non tutti sanno che la crema alla calendula è ottima anche per gli eritemi dovuti a scottature solari, non dimentichiamo quindi di portarla sempre con noi, anche quando decidiamo di prendere il sole al mare in estate o a sciare in montagna in inverno.