Spesso viene dimenticata, ma in realtà la cappa aspirante della cucina è un elettrodomestico essenziale. Serve infatti per eliminare i cattivi odori ed i fumi prodotti dalla cottura dei cibi. 

Manutenzione e pulizia sono fondamentali per assicurarne il corretto funzionamento. La situazione igienica in cui si trova la nostra cappa è infatti importante per evitare che la sporcizia che si è accumulata sulla griglia vada a compromettere l'igiene durante la cottura dei cibi. Vediamo come fare.

Pulizia delle parti interne

Il filtro di assorbimento della cappa, col passare del tempo d'uso, si riempie di grasso . Ciò provoca un netto calo delle performance unito ad una contestuale produzione di cattivi odori. Andrebbe infatti cambiato ogni 3-4 mesi.

Come fare?

Basta smontare la griglia togliendo i ganci o le quattro viti (dipende dal modello della cappa) ed estrarre il vecchio filtro sostituendolo poi con uno nuovo . Il prezzo di quest'ultimo è bassissimo. Prima di riposizionare la griglia è opportuno detergerla con acqua e sapone per piatti . Se è particolarmente grassa, lasciatela prima un'oretta in ammollo in una soluzione di acqua calda, bicarbonato ed aceto

Pulizia delle parti esterne

Pure l'esterno della cappa necessita di una certa pulizia. Per effettuarla spruzzate un po' di prodotto sgrassante e lasciate agire per una decina di minuti. Lo sporco si staccherà gradualmente dalla cappa. Per sgrassare potete anche preparare una soluzione composta da acqua calda, aceto e 2/3 gocce di detersivo per piatti, che metterete in uno spruzzino affinché possiate nebulizzarlo facilmente.

Se rimane ancora qualche residuo vi basterà sfregare in maniera energica con una spugna non abrasiva . Immergete poi un panno di cotone in acqua calda e risciacquate in maniera accurata le pareti della cappa.

Fai tesoro dei miei consigli e mantieni pulita la cappa aspirante della tua cucina. Se hai trovato utile l'articolo, condividilo con le tue amiche!

Loading...