Arrivano ospiti per cena, e ci accorgiamo che il bagno è in pessime condizioni ? Abbiamo affittato un appartamento per le vacanze, ma quello che vediamo in bagno ci fa passare la voglia di farci una bella doccia ristoratrice dopo il lungo viaggio? Niente panico: con questi utili consigli pratici potremo mettere fine ad anni di trascuratezze... e goderci il meritato relax nel nostro pulitissimo e profumatissimo bagno!

Vasca da bagno & Co

  • vecchie macchie sulla vasca da bagno : prepariamo una miscela di acqua ossigenata, cremor tartaro (solitamente usato come agente lievitante, si trova in bustine nei supermercati o nei negozi di articoli naturali) e due gocce di ammoniaca. Applichiamo il composto sulle macchie, lasciamo agire un paio di ore e strofiniamo con una spazzola per bucato.
  • macchie superficiali su lavandini e vasca : strofiniamo mezzo limone direttamente sulla macchia, e la prossima volta che ci laveremo i denti non dovremo più innervosirci per la sporcizia del lavandino! In caso di macchie persistenti lasciamo agire almeno un'ora, prima di sfregare. Non utilizzare mai il limone sul marmo!

  • gabinetto incrostato : tiriamo lo sciacquone per bagnare le pareti della tazza. Frulliamo un limone con la buccia, e applichiamo l'impasto. Lasciamo agire due/tre ore e strofiniamo energicamente con una spugna ruvida.
  • incrostazioni "antiche" nel gabinetto : bagniamo un foglio di carta vetrata a grana fine, sfreghiamolo sulle incrostazioni fino alla loro scomparsa.

Piastrelle e vetri

  • piastrelle particolarmente sporche : apriamo l'acqua calda, lasciando scorrere finché il vapore non bagnerà le piastrelle (permette di disincrostare efficacemente anche la sporcizia più ostinata!). Passiamo uno straccio imbevuto di 1/2 bicchiere di ammoniaca e 1/2 di aceto bianco. Risciacquiamo.
  • cabina di vetro della doccia : bagniamo una spugna in una tazza di aceto bianco, passiamo su tutta la superficie. Se sono presenti aloni di calcare, lasciamo agire un paio d'ore prima di risciacquare. Con lo stesso metodo potremo far risplendere velocemente anche lo specchio!

Tenda della doccia 

  • tenda con muffa : strofiniamo del bicarbonato di sodio direttamente sulle macchie di muffa, poi sciacquiamo. Per prevenirne la comparsa, dopo la doccia immergiamo la parte inferiore della tenda in una soluzione di acqua e sale, poi riappendiamo la tenda senza sciacquare.
  • tenda sporca : mettiamola in lavatrice a 30°, assieme a due teli grandi da bagno. Aggiungiamo 1/2 misurino di detersivo e 1/2 di bicarbonato di sodio. Nella vaschetta per l'ammorbidente versiamo aceto bianco. Procediamo al lavaggio senza centrifuga. Stendiamo subito la tenda in posizione orizzontale e lasciamo asciugare prima di rimetterla al suo posto.

Per un bagno profumatissimo!

  • mettiamo nel cestino un pezzo di carta assorbente da cucina imbevuto di ammorbidente per bucato... il profumo si spargerà in tutta la stanza
  • in alternativa, versiamo una o due gocce di profumo o olio essenziale dell'aroma che preferiamo sulla lampadina. Scaldandosi, libererà l'essenza nel bagno, coprendo anche i cattivi odori!

...l'idea in più!

Per purificare l'aria nel bagno (e renderlo estremamente  fashion !) possiamo mettere  una o più piante , le migliori in questo caso sono:  aloe vera , necessita di poca acqua e assorbe la formaldeide sprigionata da lacche e vernici;

edera , perfetta da appendere, contrasta il benzene contenuto nei detersivi; felci , ideali per i luoghi umidi, sono in grado di combattere l'inquinamento da composti organici volatili; orchidee , danno un tocco di raffinata eleganza al bagno, contribuendo a ripulire l'aria dal monossido di carbonio.