Niente è più sgradevole  che asciugarsi con una salvietta da bagno ruvida, così come aprire gli armadi dove è riposta la biancheria e non avvertire quella piacevole sensazione di bucato appena lavato.  Usare l’ ammorbidente è un’abitudine ormai consolidata e se non vi ricorriamo è solo per non influire troppo sul badget famigliare e per rispettare l’ambiente, essendo un prodotto altamente inquinante e a dirla tutta, non indispensabile.

Sono molte le persone che si sono ingegnate e hanno sperimentato varie procedure per la realizzazione di una soluzione che avesse gli stessi effetti dei comuni ammorbidenti che si trovano in commercio, ma non tutte sono riuscite ad ottenere i risultati sperati.

La ricetta che ti propongo tuttavia è tra le tante, la più facile da realizzare e oltre a soddisfare i requisiti di efficacia, è economica e priva di agenti chimici.

Ti voglio ricordare inoltre che anche le sostanze  che vengono aggiunte agli ammorbidenti industriali per renderli profumati e colorati, possono causare allergie e fenomeni irritativi della pelle, soprattutto nei bambini.

Come realizzare un ammorbidente fai–da–te  ecologico 

Gli ingredienti che dovrai pocurarti sono facilmente reperibili e sono i seguenti:

  • 100 grammi di bicarbonato di sodio
  • 800 ml di aceto di mele
  • qualche goccia di olio essenziale di lavanda, vaniglia o della fragranza che preferisci
  • 200 mil di acqua calda

All’interno di un flacone di plastica da 3 litri. versa l’acqua e il bicarbonato. Chiudi il flacone e agitalo per bene affinchè il bicarbonato si sciolga e si mescoli per bene con l’acqua.

Aggiungere a questo punto l’aceto di mele, un poco alla volta e lentamente per evitare che faccia troppa schiuma. Lascia riposare qualche minuto prima di aggiungere l’olio essenziale.

Et voilà il tuo ammorbidente ecologico è pronto per essere usato.

Aggiungene 4 cucchiai ad ogni lavaggio e il tuo bucato sarà morbido e profumato come non avresti mai immaginato.