L’ acciaio inossidabile è un metallo che troviamo spesso nelle nostre case: ad esempio sono fatti con questo materiale i lavelli , la rubinetteria o piani di lavoro della cucina. Quando è lucido e splendente è molto bello e conferisce all’arredo un innegabile tocco di eleganza; un po’ meno quando l’ acciaio si macchia e si sporca.

Nel momento in cui si pulisce l’ acciaio inossidabile , si deve fare molta attenzione perchè si può graffiare e rovinare irrimediabilmente. 

Affinchè ciò non avvenga è importante saperecosa fare e cosa non fare per mantenere i tuoi ripiani in acciaio sempre belli come quando erano nuovi.

Come pulire l’acciaio inossidabile

Usa solo prodotti appositi

Su una superficie in acciaio inossidabile saltano subito all’occhio ditate e impronte. Il modo migliore per mandarle via consiste nel lucidare la superficie usando sempre e solo prodotti pensati appositamente per l’acciaio inossidabile,  che si trovano facilmente in commercio.

Fonte: compactappliance.com share

Non usare spugne abrasive

Questa superfici sono molto delicate: anche se ci sono incrostazioni non usare mai spugne abrasive perchè otterresti forse il risultato di mandare via lo sporco, ma graffieresti anche in modo irrimediabile il ripiano .

Segui il verso delle fibre

Esattamente come per il legno, l’acciaio va pulito seguendo il senso delle fibre e mai con movimenti circolari, perchè lasceresti degli antiestetici aloni .

Non grattare via l’unto

Quando il grasso o l’unto si depositano sulll’acciaio formando delle incrostazioni più difficili da rimuovere, non tentare mai di grattarle via con oggetti appuntiti (lame di coltelli o forbici): piuttosto imbevi una spugna di acqua, lasciala sullo sporco finchè non si ammorbidisce e poi lavala via.

In questo modo, rispettando queste semplici 4 regole , avrai una casa sempre pulita, in ordine e lucente!