Menù

Come ottenere la certificazione energetica della propria casa

Condivisioni
infografica certificazione energetica
Leggi con attenzione

Si sente spesso parlare della certificazione energetica, della sigla APE e degli obblighi relativi intorno a questo documento. Proviamo a fare chiarezza cercando di capire a cosa serve questo documento, quando è necessario richiederlo e come fare per ottenerlo.

Cos’è l’APE

Quando si legge l’acronimo APE si fa riferimento all’Attestato di Prestazione Energetica di un immobile e viene redatto da un tecnico autorizzato e competente per valutare la qualità energetica dell’immobile in questione. Tramite particolari sistemi di classificazione si riesce a calcolare la prestazione energetica di un edificio, capendo quali sono le eventuali criticità, quali i punti di forza e avere quindi un quadro complessivo dell’aspetto energetico di quell’abitazione.

Perché richiedere la certificazione energetica

Avere un quadro generale di ciò che succede nella propria casa dal punto di vista energetico è un dovere, ancor prima di un obbligo legale, che tutti coloro che abitano una casa dovrebbero avere. Le prestazioni e il livello energetico di un immobile hanno anche notevoli effetti sulla qualità della vita di ognuno, aspetto che aumenta l’utilità di questa analisi. Per approfondire l’argomento e avere maggiori informazioni è possibile rivolgersi ad Altieri Service, un’azienda che opera da anni nel settore occupandosi costantemente di ricerca e di innovazione, con soluzioni sempre nuove da applicare al mondo del risparmio energetico.

Sono diversi i vantaggi del richiedere questo tipo di documento. Innanzitutto per avere chiara la situazione della propria abitazione; in questo modo si possono effettuare interventi atti al miglioramento delle prestazioni energetiche dell’immobile. Questo significa innanzitutto una riduzione significativa degli sprechi, una conseguente riduzione dei costi delle bollette e, ancora, una maggiore efficienza dei propri impianti.

È importante richiedere e ottenere la certificazione energetica quando si devono concludere degli atti di compravendita, quando si sottoscrive un contratto di affitto, per diffondere degli annunci immobiliari e, ancora, per accedere alle detrazioni fiscali previste sul reddito IRPEF.

Loading...

La redazione dell’APE

Ad occuparsi della redazione della certificazione energetica sono esclusivamente dei tecnici autorizzati dalla regione di appartenenza e che si occuperanno anche dell’invio di questo documento all’autorità competente.

Una volta individuato e contattato il tecnico abilitato questi si occuperà di verificare tutte le informazioni documentali di un immobile (planimetria, visura catastale, libretto degli impianti, eccetera). Successivamente eseguirà il sopralluogo vero e proprio nel quale verificherà la corrispondenza dei dati riportati nei documenti precedentemente consultati e poi passerà all’analisi degli elementi che incidono sulla prestazione energetica dell’immobile. Tra questi troviamo i serramenti, i solai, i pavimenti, le murature e gli impianti di condizionamento termico.

Come leggere la certificazione energetica

Per l’analisi della prestazione energetica il tecnico abilitato utilizza anche degli appositi strumenti che gli permettono di avere una serie di dati utili per compilare il documento finale. Una volta terminata la fase di analisi il tecnico passa alla compilazione dell’attestato di prestazione energetica. Questa è composta da quattro parti che contengono:

  • i dati dell’immobile;
  • i dati della scadenza dell’APE (che va rinnovata);
  • i dati con gli elementi e gli strumenti utilizzati per il sopralluogo;
  • gli interventi migliorativi per aumentare l’efficienza energetica;
  • la classe energetica vera e propria (indicata in una scala di 10 classi dalla G, la meno efficiente, alla A4, la più efficiente).

L’APE non è solo una fotografia dell’efficienza energetica di un immobile, ma anche un vademecum su come perfezionarla e su come rendere migliore la propria casa, uno dei luoghi in cui si trascorre molto del proprio tempo.

Loading...
Advertisement
Top