Menù

Come pulire il forno a microonde: consigli

Condivisioni
pulire microonde
Leggi con attenzione

Come pulire il forno a microonde?

Il forno a microonde un elettrodomestico comodo e utile a cui sempre più persone ricorrono per risparmiare tempo. Permette infatti di scaldare cibi e bevande e di cucinare in tempi brevi. Per questo è ormai diventato un alleato a cui nessuno vuole rinunciare.

Spesso però pur usandolo di frequente, non si procede alla pulizia ogni giorno o comunque non in maniera adeguata. Per questo motivo servono dei consigli  per mantenerlo sempre efficiente e per evitare che nel momento in cui si accende per l’utilizzo, emani odori sgradevoli che possono variare il sapore dei cibi.

Come pulire il forno a microonde

All’interno del forno a microonde spesso sono presenti dei residui di cibo, schizzi di grasso e  incrostazioni difficili da rimuovere senza agenti sgrassanti.

Per pulire il forno a microonde possono essere usati i comuni detergenti che si trovano in commercio, ad esempio del normale detersivo per piatti, oppure ricorrere ai prodotti naturali.

Nel caso della pulizia naturale del forno a microonde si può utilizzare il bicarbonato,  il limone o  l’aceto.

Se si decide di pulire il microonde col un detersivo specifico, allora i migliori marchi ne realizzano alcuni ad hoc. Basta seguire le istruzioni che vengono riportate sulla confezione, in modo da non sbagliare le quantità consigliata.

Se vuoi usare invece il detersivo per i piatti, diluiscilo in una ciotola d’acqua e mettila nel microonde per 5 minuti al massimo della temperatura. Togli poi il recipiente e pulisci con una spugna le pareti. Rimuovi il piatto girevole e lavalo in lavastoviglie o  a mano.

Loading...

Come pulire il forno a microonde incrostato

Il forno a microonde deve essere pulito con frequenza, altrimenti il risultato è che lo sporco diventi sempre più ostinato e difficile da rimuovere. Un rimedio efficace per pulire il microonde incrostato, oltre ai detergenti chimici, è il limone che lascerà anche un gradevole odore. Metti nel forno un piatto con un cucchiaio d’acqua e un limone tagliato a metà oppure un contenitore con acqua e un bicchiere d’aceto.

Leggi anche  Saponi fatti in casa ricette

Il forno deve essere poi acceso per 5 minuti alla temperatura più alta. Terminati i 5 minuti, è necessario tenere il microonde chiuso per altri 3 o 4 minuti per far depositare il vapore sulle pareti. Basta utilizzare poi una spugna o della carta assorbente per eliminare tutte le incrostazioni. È il caso di ripetere la stessa operazione fino a quando tutte le superfici appariranno sgrassate e prive di residui.

pulire forno microonde incrostato

Come pulire il forno a microonde in modo naturale

Come abbiamo già accennato, è possibile pulire il forno a microonde in modo naturale, senza utilizzare necessariamente i detersivi ma sostituendoli con il bicarbonato, il limone oppure l’aceto. Abbiamo visto che lasciando scaldare una ciotola piena d’acqua con uno di questi ingredienti, si sprigiona il vapore adatto a sgrassare e igienizzare le superfici del forno a microonde. L’unico elemento che si può estrarre è il piatto girevole, che può essere lavato con acqua e aceto oppure utilizzando un prodotto chimico, a mano o in lavastoviglie.

Come pulire il forno a microonde bruciato

Può capitare, per una leggera distrazione, che ci si dimentichi di impostare il timer e quindi il microonde continui a scaldare una pietanza mentre noi non stiamo attenti, finendo così per bruciare tutto quello che sta girando sul piatto.

In questi casi il forno si riempie di fumo, basta aprire quindi lo sportello per permetterne la fuoriuscita. Rimane però un fastidioso odore, quindi per pulire il forno a microonde bruciato si deve lasciare una ciotola piena di bicarbonato all’interno per tutta la notte e pulire le pareti e il piatto girevole poi al mattino. Oppure si può far scaldare in una ciotola, sempre per 5 minuti, dell’acqua con un’arancia e un limone tagliati a metà. Il vapore che si genera va ad eliminare quell’odioso odore di bruciato insistente che è rimasto nel forno. L’arancia e il limone, eventualmente, si possono sostituire anche con del caffè in polvere o con i fondi del caffè.

Loading...
loading...
Advertisement
Top