Menù

Come rimuovere il calcare dai rubinetti con l’aceto

Condivisioni
Leggi con attenzione

E’ risaputo che l’aceto di vino bianco è una sostanza molto utilizzata per la pulizia della casa, soprattutto come anticalcare naturale ma, forse, non immaginate l’effetto che potete ottenere appoggiando un panno, imbevuto di aceto, su lavandini e vasche da bagno.

Infatti, se appoggiate un panno o uno strofinaccio imbevuti di aceto sul bordo di lavandini e vasche da bagno otterrete un risultato eccezionale.
L’aceto di vino ha la capacità di rimuovere tutte le incrostazioni di calcare, anche quelle che, adoperando gli anticalcare commerciali, non siete mai riusciti a mandar via.

Il suo utilizzo viene consigliato poiché oltre ad essere una sostanza ecologica, non nociva per l’ambiente, è anche economica e può essere adoperata per svolgere diverse mansioni domestiche, diventando una alleata per tutte le casalinghe.

Guardando il video – che trovate in fondo all’articolo – vi sarà chiaro come è facile mandar via le incrostazioni di calcare semplicemente appoggiando un panno imbevuto di aceto di vino sulle superfici di casa, in particolare quelle di lavandini e vasche, dove il calcare è sempre presente.

Loading...

Con questo piccolo trucco, che potremmo definire “magico”, il calcare diventerà un ricordo lontano e le superfici di casa nostra saranno sempre splendenti. Lasciando agire il panno per qualche minuto l’aceto riuscirà a sciogliere il calcare e mandarlo via.

Ma, come abbiamo anticipato, sono diversi gli usi che possiamo fare dell’aceto di vino, ad esempio potete adoperarlo per pulire e deodorare il cestello della lavatrice ed i suoi tubi di scarico, per disinfettare la lavastoviglie e per sgrassare e lucidare le mattonelle.

Se volete potete sostituire l’aceto di vino con quello di mele.
Leggi anche  Come Realizzare Un Deodorante per la casa Fai–da–te Completamente Naturale
Loading...
loading...
Advertisement
Top