Menù

Maglione infeltrito? 5 soluzioni per rimediare

Condivisioni
Leggi con attenzione

Siamo sempre di fretta, prese dal lavoro, i figli, la casa da riordinare, il pranzo da mettere in tavola e le lavatrici da avviare…ecco, a tal proposito, a chi non è mai capitato di infilare un maglione di lana (magari il preferito del marito) in un ciclo di lavaggio sbagliato e rendersi conto dell’errore sono quando è il momento di mettere i panni ad asciugare?

È capitato anche a me, mio malgrado, di dover far i conti con un maglione infeltrito ma, senza perdermi d’animo, ho messo in pratica una delle soluzioni che vi suggerirò in questo articolo. Continuate quindi a leggere e scegliete quale, fra le 5, è la soluzione migliore per rimediare al danno.

  • Bicarbonato di sodio: il bicarbonato ci viene in aiuto anche in questo caso. Mattiamo a sciogliere due cucchiai di bicarbonato in una bacinella con dell’acqua tiepida, immergiamo il maglione e lasciamo in ammollo per circa 2 ore. Nel frattempo pratichiamo un vero e proprio massaggio, ma che sia delicato mi raccomando, come se volessimo aprire le fibre del capo. Fatto ciò procediamo a sciacquarlo con un ammorbidente di ottima qualità.
  • Acqua bollente e ammorbidente: questa soluzione è sconsigliata per i filati più delicati, ma x i restati è una valida alternativa. Occorre immergere il maglione infeltrito in una bacinella con dell’acqua bollente, circa 80°, nella quale avremo fatto sciogliere un tappo di ammorbidente concentrato, anche in questo caso di ottima qualità. Lasciamo in ammollo tutta la notte e, il mattino seguente, procedi al risciacquo, badando a tendere un poco le fibre di lana, sempre in maniera delicata.
  • Acqua fredda e latte: questa è, tra tutte le soluzioni, la più delicata. Il latte è un ammorbidente naturale e in caso di maglioni infeltriti può risultare molto utile. Dovremo immergere il magione in una bacinella in cui avremo messo, in parti uguali, acqua fredda e latte. Lasceremo in ammollo il capo per circa un’ora, in questo tempo il latte avrà modo di agire. Dopo di che procederemo come di consueto al risciacquo usando un buon ammorbidente.
  • Soluzione d’urto: se il maglione è molto compromesso ed il danno è piuttosto grave, potremmo usare questo metodo, tutt’altro che dolce. Prepariamo una soluzione composta da 10 lt di acqua tiepida saponata, 3 lt di ammoniaca e 1 tl di trementina. Lasciamo il capo in ammollo per un giorno intero, quindi procediamo con un risciacquo molto accurato.
  • Soluzione post-lavaggio: una volta che abbiamo provveduto ad utilizzare una delle soluzioni enunciate potremmo agire anche dopo il lavaggio. Quando andremo a stirare il maglione utilizziamo tanto vapore, così da ammorbidire le fibre, quindi, con le mani, tendiamole ed allunghiamole, così da recuperare la giusta taglia.
Leggi anche  5 Detergenti Casalinghi Fai–da–Te

E se non c’è più nulla da fare…

Loading...

Se il maglione, nonostante i tentativi, non è recuperabile, possiamo smontare la lana ed utilizzarla per confezionare un paio di guanti, uno scaldacollo o una copertina per il nostro animaletto a 4 zampe. Questo però non ci salverà dagli sguardi di disapprovazione del marito…

Loading...
loading...
Advertisement
Top