Menù

L’aceto nella lavatrice, non solo come ammorbidente, ma per un bucato perfetto

Condivisioni
Leggi con attenzione

E’ incredibile quanto sia utile sapere che esistono molti modi alternativi di utilizzare prodotti e ingredienti che abbiamo abitualmente in casa. 

Oltre al vantaggio di risparmiare sull’acquisto di prodotti specifici per la pulizia, in questo modo è anche più semplice riuscire ad organizzarsi e soprattutto salvaguare l’ambiente e il nostro benessere, sfruttando semplicemente le proprietà naturali degli ingredienti.

L’aceto, da sempre usato per il condimento dei cibi, trova largo impiego anche per il trattamento del bucato: da smacchiatore ad ammorbidente.

Molte di noi avranno sicuramente sperimentato quanto l’aceto sia efficace per rendere i nostri capi d’abbigliamento più morbidi e facili da stirare, ma le sue caratteristiche lo rendono insostituibile anche per altri scopi.

Vediamo insieme quali:

Elimina l’elettricità statica dagli indumenti sintetici o di lana

Molte volte ti sarà capitato di ’prendere la scossa’ a contatto con il tuo maglione preferito, con l’aggiunta di 1/2 bicchiere di aceto durante la fase di risciacquo, non avverrà più.

Pulire la lavatrice

E’ buona norma igienizzare la lavatrice periodicamente, sia per evitare la formazione di muffa sulle guarnizioni che causa cattivo odore al bucato, sia per garantirle una durata maggiore. Fai una volta al mese un ciclo di lavaggio, senza caricarla e versa all’interno del cestello un bicchiere d’aceto. Questa accortezza oltre a rimuovere i residui di sapone e calcare, esercita un’azione pulente e disinfettante. 

Eugene Rogalev/Shutterstock

Preserva il colore evitando che stinga

Per il lavaggio a mano di capi colorati, versa mezzo micchiere di aceto bianco e lascia in ammollo per 20 minuti. Al termine procedi al risciacquo.

xiaorui /Shutterstock


Ammorbidente

Capi morbidi e più facili da stirare aggiungendo mezza tazza di aceto bianco nella vaschetta dell’ammorbidente.

Non preoccuparti dell’odore forte, scomparirà in pochissimo tempo.

Elimina i cattivi odori

E’ facile che il capi riposti nel cesto della biancheria sporca assumano un odore sgradevole, o che abbiano odore di fumo, fritto, sudore ecc. Niente paura è possibile eliminarli aggiungendo 1/2 tazza di aceto durante il ciclo del risciacquo. Provare per credere!

Loading...
Leggi anche  Ecco come liberarsi per sempre della polvere in casa
Elnur/Shutterstock

Rimuove tutte le tracce di sapone

E’ normale soprattutto se facciamo cicli brevi o abbiamo esagerato con il detersivo che del sapone resti intrappolato tra le fibre dei tessuti. Questo può causare fenomeni irritativi e reazioni allergiche della cute, in particolare nei soggetti più sensibili. Aggiungi un bicchiere d’aceto durante il risciacquo per evitare questo spiacevole inconveniente.

Preserva i capi delicati durante il lavaggio a mano.

Prova a lavare i custumi e la biancheria intima lasciandola in ammollo dai 15 ai 30 minuti all’interno di un catino nel quale avrai versato 1/4 di bicchiere di aceto. L’elasticità del tessuto verrà garantita più a lungo e la bellezza dei colori rimarrà inalterata nel tempo.

Africa Studio/Shutterstock

Elimina i peli di animali domestici e i capelli dal tessuto

Aggiungi durante il risciacquo in lavatrice mezzo bicchiere di aceto, e i peli del tuo amico a quattro zampe scompariranno come per magia dai tuoi vestiti.

Rimuove le macchie più difficili

Le macchie di caffè, di vino e cioccolato sono tra le più difficili da rimuovere. Tieni sempre a portata di mano un contenitore in plastica nel quale avrai versato aceto diluito con acqua e nebulizza direttamente sulle macchie prima di procedere al lavaggio abituale.

Ridona candore ai capi ingialliti

Camicette e magliette di cotone ingiallite sono quasi immettibili. Puoi risolvere il problema lasciando la tua camicetta preferita in ammollo tutta la notte in una soluzione di acqua bollente nella quale avrai disciolto un bicchiere di aceto. Il mattino seguente procedi con il lavaggio, inserendo nel cestello insieme al bucato anche l’acqua in cui hai lasciato in ammollo il capo macchiato.

Se hai trovato utili questi consigli, condividi l’articolo con i tuoi amici.



Loading...
loading...
Advertisement
Top