Menù

Vuoi un Bucato Perfetto: Ecco le 5 Regole da Seguire

Condivisioni
Leggi con attenzione
Il sogno di ogni donna? Semplice, avere un bucato perfetto. No, non è il titolo di un libro sui lavori domestici, ma spesso nelle discussioni femminili relative alle “faccende di casa” rientra l’argomento “panni da lavare”. 
Può succedere che, il risultato dei panni lavati nasconda brutte sorprese: ad esempio che il bucato non risulti pulito e candido come speravamo, o addirittura che qualche capo di vestiario sia di un colore diverso dall’originale o sbiadito. 
Per evitare questi spiacevoli inconvenienti casalinghi, ecco delle regole da seguire, utili a chiunque si occupi del bucato, anche saltuariamente. Quindi figli, figlie, nipoti e mariti, se volete dare “una mano in casa”, anche per voi potrà essere illuminante leggere questa breve guida su come lavare i panni in lavatrice
1.    Divisione dei Panni da Lavare 
La prima cosa da fare, prima di apprestarsi ad avviare la lavatrice, è dividere i panni per colore, ad esempio i chiari dagli scuri, quelli più sporchi da quelli meno sudici, la lana dal cotone, i delicati e via dicendo. Se avete dubbi, fate sempre riferimento alle istruzioni di lavaggio descritte sulle etichette. Fatelo prima, per evitare di rovinare i capi. Infatti, ci sono dei vestiti, o dei capi di lingerie che possono prevedere un lavaggio extra-delicato. 
© yevgeniy11 / Shutterstock.com - 127959137
     
 2.     Controllare i Panni 
Prima di mettere i vari indumenti dentro la lavatrice, innanzitutto, ricordatevi di controllare le tasche, che siano vuote, poi certi capi d’abbigliamento vanno girati al contrario prima di procedere al loro lavaggio, come ad esempio i jeans, alcune felpe con scritte particolari e dei capi con stampe.        
3.    Impostare il ciclo di lavaggio adatto
In base naturalmente ai panni, imposterete i vari tipi lavaggi, previsti dalla vostra lavatrice. 
E’ importante in base ai capi, scegliere la temperatura idonea,  se ad esempio dovete lavare i capi colorati, la temperatura ideale è 40 gradi, se invece avete dei vestiti delicati, dovete cercare nei programmi della vostra lavabiancheria, il lavaggio a 30 gradi delicato. 
Certi indumenti, tipo quelli da lavoro, particolarmente sporchi, poi necessitano del prelavaggio. 
Per lenzuola, asciugamani, e altri capi del genere, si può selezionare un lavaggio a 60° o 90°, in base a ciò che il caso richiede. 
Ricordatevi inoltre, di non intasare eccessivamente la lavatrice, i capi non verrebbero lavati per bene, e di fare attenzione ai giri della centrifuga: alcuni capi necessitano di una centrifuga più leggera, per evitare che si deformino. 
  © tormashka / Shutterstock.com - 114201574      
4.    Scegliere i Giusti Detersivi per il Lavaggio 
Il detersivo da utilizzare è importante, sceglietene uno che sia adatto per la tipologia di lavaggio che state andando ad effettuare. 
Ci sono sul mercato una grande quantità di prodotti, basta solo scegliere quello più adatto e quello che soddisfa le nostre esigenze. 
Per quanto riguarda poi l’ammorbidente, se siete amanti della natura, e ci tenete al rispetto dell’ambiente, potete realizzarlo da voi, creando una miscela con mezzo litro d’acqua, 3 cucchiai di acido citrico, e qualche goccia di olio essenziale al profumo che preferite. 
In commercio ci sono poi, dei foglietti che sono utili in caso di lavaggio di vestiti con colori forti e diversi, che possono essere necessari per evitare i pasticci di colori tra i vari indumenti.   
   
© Photographee.eu / Shutterstock.com - 121188085

5.    Asciugare i Panni 
Per un bucato perfetto, oltre al lavaggio, è importante seguire delle semplici accortezze che riguardano l’asciugatura. Infatti, bisogna stendere i panni subito dopo il termine del ciclo di lavaggio, e se dovesse accadere di doverli stendere successivamente lasciateli in lavatrice senza però aprire l’oblò. 
Prima di stenderli cercate di stirarli con le mani, e fate attenzione a dove posizionate le mollette: mettetele nei punti dove non lascino segni. 
I capi più delicati stendeteli al contrario. 
Se seguirete queste regole, risparmierete poi tempo quando dovrete stirarli.
Un buon consiglio poi, per il benessere della vostra lavatrice ed evitare l’accumulo di calcare, è quello di aggiungere ad ogni lavaggio un cucchiaio di bicarbonato.
Circa una volta al mese fare partire un lavaggio a vuoto aggiungendone invece mezza tazza. La vostra lavatrice vi ringrazierà. 
Leggi anche  Prende del dentifricio e come per magia la macchia sul legno sparisce
Loading...
loading...
Advertisement
Top