L’estate è una stagione meravigliosa, ma per chi si occupa dei lavori domestici ha anche un innegabile lato negativo.

In estate si suda molto di più rispetto all’inverno, e può capitare che i capi bianchi, specie quelli che stanno a diretto contatto con la pelle, acquistino un brutto alone giallo. Per mandarlo via non c’è che un rimedio, la candeggina.

La candeggina è efficace, ma ha anche un odore molto acre che disturba molte persone, e poi alla lunga rovina i tessuti. Ma sei sicura di non avere alternativa?

Noi oggi te ne diamo ben due, la prima delle quali è sicuramente presente nella tua dispensa! Si tratta dell’aceto di vino bianco.

L’aceto di vino bianco è un prodotto antichissimo, usato già 2500 anni fa: si ottiene dall’ossidazione dell’alcool in acido acetico, che costituisce il 5% del prodotto finito. 

L’aceto di vino bianco ha un elevato potere disinfettante e per questo viene usato per tanti lavori domestici: è utile anche per rendere più bianco il bucato. Usarlo è molto semplice.

Puoi agire in due modi: o semplicemente metti un bicchiere di aceto dentro il detersivo liquido che usi per lavare i panni, oppure lo versi in purezza sulle zone di tessuto ingiallite.

Fonte: comfortworld.co.uk

Vedrai che torneranno bianchissime, inoltre l’odore dell’aceto sparisce dopo un lavaggio e i tessuti restano protetti.

Loading...

La seconda ossibilità che hai non si trova in cucina, ma nell’armadietto dei medicinali, ed è l’aspirina.

Fonte: thespruce.com share

Non ci credi? Fai sciogliere 5 compresse di aspirina in 4 litri di acqua e mettici in ammollo il tuo bucato da sbiancare per una notte intera. Il giorno dopo procedi con il lavaggio normale: alla fine non crederai ai tuoi occhi!

L’aspirina ha un elevato effetto sbiancante per via dell’elevata presenza nella sua composizione dell’acido silicico, che penetra tra i tessuti e rimuove lo sporco in profondità. Provare per credere!