La presenza di forfora sul cuoio capelluto e tra i capelli, è un problema che riguarda molte persone e riuscire ad eliminarla non è così semplice come si pensa.

La forfora non solo è fastidiosa in quanto può provocare prurito e costringere chi ne è affetto ad aumentare la frequenza dello shampoo, ma può causare anche una sensazione di disagio psicologico poichè difficilmente la presenza di quei granellini bianchi che cadono su giacche e abiti, può essere nascosta. 

In commercio esistono molti prodotti specifici per il trattamento di questo problema, ma il rimedio di cui sto per parlare è davvero efficace ed oltre ad essere economico, può essere facilmente messo in pratica.

Quello che occorre è semplicemente un cucchiaio di bicarbonato di sodio da usare sui capelli una volta a settimana tra uno shampoo e l’altro.

Il bicarbonato come sappiamo può essere usato in moltissimi modi, sia per la cura della persona che per le faccende domestiche, rivelandosi particolarmente efficace grazie alle sue proprietà lenitive e sbiancanti.

Ecco come procedere:

dopo aver bagnato i capelli applica un cucchiaio di bicarbonato sul cuoio capelluto, massaggiandolo con cura. Cerca di distribuirlo in maniera omogenea e lascialo agire per qualche minuto prima di risciacquare abbondantemente affinché tutti i residui vengano eliminati.

Se vuoi, al termine puoi lavare i capelli come di consueto, applicando alla fine dello shampoo un balsamo per ammorbidirli e districarli più facilmente. Altrimenti puoi rimandare lo shampoo alla volta successiva.

Dopo un paio di settimane che avrai eseguito questo trattamento al bicarbonato, i risultati inizieranno a notarsi.

L’unica raccomandazione è quella di limitare l’uso del bicarbonato ad una volta a settimana, in quanto aumentarne la frequenza non conduce a risultati più rapidi ma contribuisce solo a rendere i capelli più secchi e sfibrati.

Se hai trovato utile questo rimedio, condividilo con i tuoi amici!