Il Ferragosto si avvicina e di certo avrai già deciso come e con chi trascorrerlo. Le opzioni sono tante e diverse ma, vista la bella giornata promessa anche dalle previsioni meteo, l’ideale è trascorrerla all’aperto, o sulla spiaggia o magari in campagna. Il pranzo quindi è rigorosamente al sacco!

Ma fare un pic nic o un pasto sotto l’ombrellone non vuol dire certo rinunciare ai piaceri della buona tavola. Ogni invitato porta qualcosa da condividere con gli altri e anche in questa occasione può dare prova delle sua abilità culinarie!

Tu invece non hai idea di cosa puoi portare? Ci pensiamo noi a darti una mano: a seguire tu suggeriamo 5 ricette adatte a diverse tipologie di commensali e a diverse occasioni (mare, montagna, pic nic sul lago!). A  te scegliere quella che può fare al caso tuo. E Buon Ferragosto!

PER UN PIC NIC IN CAMPAGNA: STRUDEL SALATO

Fonte: pourfemme.it

Lo strudel è un dolce tipico del Trentino Alto Adige e del Friuli Venezia Giulia, ma si può preparare anche con una farcitura salata. Per un pic nic è l’ideale perchè è molto pratico da mangiare: si taglia a fette e si può consumare anche senza l’ausilio delle posate! Inoltre è anche facile da realizzare.

Compra la pasta sfoglia surgelata e stendila fino a formare un rettangolo. Poi preparare la farcia: noi ti suggeriamo di usare per il ripieno ricotta, funghi champignons trifolati in padella e del prosciutto cotto. Mescola tutto insieme, riducendo il prosciutto cotto in striscioline, e aggiungendo anche un uovo, del parmigiano, sale e pepe.

Metti il composto al centro del rettangolo di pasta sfoglia, poi arrotola la pasta e chiudila al centro e sui lati. Chiudila bene altrimenti il ripieno potrebbe fuoriuscire! Spennella la superficie con un uovo sbattuto, poi metti in forno a 180 gradi per mezzora. Lo strudel va tagliato quando è freddo: se lo tagli quando è ancora caldo si sbriciolerà!

Loading...

PER IL PRANZO IN SPIAGGIA: INSALATA DI QUINOA

Fonte: www.thegardengrazer.com share

La quinoa è uno pseudo cereale che in Italia abbiamo scoperto da poco ma che sta avendo grande diffusione perchè può essere consumato da chi soffre di celiachia, essendo privo di glutine. Inoltre prepararlo è molto semplice: devi solo sciacquarlo e poi cuocerlo in acqua bollente per un quarto d’ora. Se vuoi sapere come preparare la quinoa alla perfezione, leggi qui!

Quando la quinoa è cotta e si è un po’ freddata, condiscila con ceci, olive nere, pomodorini tipo pachino tagliati a metà, capperi e pinoli. Versa infine un filo di olio EVO, insaporisci con il sale dell’Himalaya e cospargi con i pinoli. Mettila dentro delle ciotoline di plastica e distribuisci tra i tuoi compagni di ombrellone!

PER IL BARBECUE IN MONTAGNA: SPIEDINI DI ZUCCHINE E FETA

Fonte: www.dairygoodness.ca share

Il barbecue è un must di ogni pranzo di Ferragosto che si rispetti, ma spesso c’è chi non ama la carne ed è bene quindi approntare qualche pietanza alternativa che comunque possa essere scaldata sulla griglia e consumata con gli altri. Gli spiedini di zucchine e feta sono un’ottima idea, molto semplice da realizzare.

Prendi dei bastoncini da spiedino, infilzaci sopra una rondella di zucchina precedentemente sbollentata in acqua salata, un pomodorino pachino tagliato a metà, una oliva verde denocciolata, un tocchetto di feta,poi ripeti gli ingredienti fino alla fine dello spiedino.

Insaporisci con un pizzico di pepe nero e fai scaldare per un paio di minuti su ogni lato sulla griglia: se vuoi puoi sostituire alla feta un gamberetto sgusciato. Un consiglio per la fine del pasto: prova a grigliare anche la frutta sul barbecue, specie le pesche e l’anguria. Scoprirai che la frutta grigliata è buonissima!

PER I VEGANI: FRITTATA CON FIORI DI ZUCCA E FARINA DI CECI

Fonte: www.kristisfarmtotable.com share

Magari tra i tuoi amici c’è qualcuno che segue una dieta vegana, o sei vegano tu stesso. Puoi preparare una gustosissima frittata senza uova che incuriosirà anche tutti quelli che seguono una dieta di tipo tradizionale! Procedi in questo modo: mescola la farina di ceci con l’acqua in modo da ottenere una pastella liscia.

Affetta finemente una cipolla e metti le fettine nella farina di ceci; pulisci i fiori di zucca dal pistillo interno, tagliali a striscioline e aggiungili all’impasto. Aggiusta di sale e pepe. Prendi una teglia rotonda, mettici della carta da forno e versaci il tutto. Cuoci a 180 gradi per 20 minuti circa. La frittata è ottima mangiata fredda.

PER I CRUDISTI: POLPETTE DI CAVOLFIORE

Fonte: foodandwine.com share

E magari nel gruppo c’è anche qualche crudista, o semplicemente vuoi evitare in assoluto di accendere il forno! Allora puoi preparare queste facilissime polpette: ti serve però l’essiccatore.

Frulla insieme 300 grammi di cavolfiore bianco, 100 grammi di anacardi, uno spicchio di aglio, un po’ di erba cipollina e di noce moscata, sale e pepe. Otterrai un impasto malleabile che trasformerai in polpettine, usando le mani.

Devi far essiccare le polpette per 8 ore a 42 gradi. Le puoi accompagnare con una salsina fatta frullando insieme farina di cocco e acqua, un sedano, mezza carota, un po’ di maggiorana e olio EVO.

Ti piacciono queste idee? Provane una e stupisci i tuoi amici!