Di solito nella cucina si accumulano alcuni odori che si diffondono poi in tutta la casa, causando un’aria sgradevole. 

Che si tratti di cibo nel forno, cotto sul fornello o che viene conservato in frigorifero poco importa. Quando l’odore si diffonde, rende l’ambiente maleodorante e decisamente poco vivibile.

Se vuoi eliminare questi fastidiosi odori e donare alla tua casa un buon profumo di fresco e pulito, segui i 10 accorgimenti che voglio consigliarti:

1. Lavastoviglie senza cibo

Questo è un consiglio davvero importante che molte persone sottovalutano! 

Presta attenzione a non lasciare tracce di cibo sulle stoviglie che poni nella lavastoviglie perché intasano il drenaggio e lo rendono maleodorante. 

Dopo ogni pasto, liberati dei resti di cibo: sciacqua bene i piatti, le posate, i bicchieri, le tazze e le pentole con abbondante acqua corrente prima di metterli nella lavastoviglie. 

Dopo il lavaggio, pulisci i residui ed il grasso che si sono depositati all’interno della lavastoviglie: unisci 3 tazze di acqua bollente ed 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio e versa il tutto sulla fessura per pulire il tubo. Ripeti questa procedura almeno una volta alla settimana.

2. Pulisci il frigorifero

Se il punto focale del cattivo odore nella tua cucina è il frigorifero, puliscilo con acqua e aceto.

Loading...

Dopo aver pulito bene il frigorifero, poni un limone diviso in quattro parti al suo interno in modo da eliminare ulteriori eventuali odori. Oltre ad assorbire gli odori, il limone darà un buon aroma all'apparecchio.

È bene pulire periodicamente il frigorifero per evitare la proliferazione di funghi e batteri.

3. Elimina l'odore di grasso

È normale che, dopo la cottura del cibo, si diffonda l'odore di grasso in casa tua.

Per eliminare il problema, versa 2 tazze di aceto bianco in una pentola e ponila sul fornello dopo aver terminato la cottura. L'aceto assorbirà i cattivi odori prima che si diffondano nell'ambiente.

È anche essenziale, a fine cottura, lavare immediatamente pentole e padelle per evitare un'ulteriore diffusione degli odori.

Se il grasso risulta particolarmente difficile da rimuovere, fai bollire le pentole con acqua, aceto e scorza d'arancia.

4. Attenzione agli scarichi el lavello

A volte i cattivi odori provengono dagli scarichi del lavello . Per evitare otturazioni e il diffondersi di odori sgradevoli è opportuno evitare che i residui di cibo possano provocarli. Ricordati quindi di rimuoverli da piatti e stoviglie prima di lavarle e di eseguire una pulizia periodica degli scarichi per ’spurgarli’ e liberare i tubi dalla sporcizia. Per farlo senza ricorrere a sostanze chimiche che possono causare irritazioni e inquinano l’ambiente usa 1/2 tazza di aceto combinato con 1/2 tazza di bicarbonato. Versa il composto nello scarico del lavello e lascia agire per un paio d’ore. Successivamente fai scorrere negli scarichi acqua bollente. Esegui questa procedura una volta al mese, in un momento della giornata in cui non hai la necessità di usare il lavello.

5. Pulisci le spugne

Dopo essere entrate in contatto con le stoviglie sporche, le spugne ne assorbono gli odori. 

Pertanto, prova a lavarle bene quando finisci di lavare i piatti e rimuovi con attenzione tutti i resti che hanno trattenuto. Quindi, lasciale in un luogo areato e soleggiato: i raggi ultravioletti combattono i batteri e li eliminano.

6. Disinfetta il forno a microonde

Taglia un limone in quattro parti e mettilo in un contenitore di vetro precedentemente riempito con acqua calda. Lascia il contenitore nel microonde per 5 minuti in modo che il vapore sciolga il grasso che si è accumulato su pareti e sportello. Ora bagna uno straccio con dellaceto ed usalo per pulire completamente il forno a microonde.

7. Evita il cattivo odore nella spazzatura

Se non è ancora il momento di  gettare il sacco della spazzatura, prendi alcune precauzioni in modo che il cattivo odore non invada la tua cucina.

Cospargi il fondo del sacchetto o del cestino con del bicarbonato di sodio ed unisci ad esso un pezzo di limone. Questa semplice miscela ridurrà al minimo gli odori sgradevoli.

8. Pulisci sempre il tagliere

Il tagliere è uno degli utensili più utilizzati in cucina, quindi, devi prestare maggiore attenzione al suo lavaggio.

Mescola un po’ di sale ed il succo di un limone, versa il composto sul tagliere e strofinalo per qualche secondo: questa miscela eliminerà tutti gli odori che si sono accumulati sul tagliere fino a quel momento. 

9. Profuma l’ambiente in modo permanente

Oltre ad evitare cattivi odori, è molto importante rendere la cucina aromatizzata con dei prodotti naturali. 

Per fare ciò, metti dei chicchi di caffè su un piatto ed appoggialo sopra al frigorifero in modo che copra l'intero spazio della tua cucina e che essa si riempia di questo aroma ricco.

Un’altra soluzione consiste nellimmergere un batuffolo di cotone nellessenza di vaniglia e lasciarlo in alcuni angoli della cucina: l’aroma piacevole della vaniglia di diffonderà in tutta la cucina.

10. Pulisci mentre cucini

Per evitare che gli odori ed il grasso attacchino le superfici della tua cucina, pulisci sempre tutto con accuratezza ogni volta che cucini.

Lava gli utensili dopo averli usati, strofina le pareti e le superfici con un panno imbevuto di aceto per sgrassarle ed evitare che si macchino.