Avere un bel sorriso riveste senza dubbio un ruolo importante non solo perchè contribuisce a rafforzare l’autostima, ma anche perchè ci permette di relazionarci con gli altri senza avvertire disagio. 

Prendersi cura dei denti però non si limitata solo all’igiene quotidiana con dentifricio e spazzolino, bensì prevede una serie di piccole attenzioni finalizzate alla prevenzione e alla conservazione della salute orale a partire dall’alimentazione, fino a giungere ai controlli periodici dal dentista.

Alcune abitudini sbagliate favoriscono la comparsa della carie, causare fastidi alle gengive e irritazioni alle mucose del cavo orale, mentre alcune sostanze, come caffè, tè o il fumo di sigaretta influiscono sul naturale candore dei denti, macchiandoli e facendoli apparire di colore giallo.

Attualmente esistono molti prodotti che agendo sullo smalto dei denti ne permettono lo sbiancamento, considerando che ovviamente i risultati ottimali si ottengono con una tecnica di sbiancamento professionale, il bleaching chimico , grazie all’utilizzo di agenti chimici sbiancanti.

Tuttavia è possibile ricorrere ad alcune procedure sbiancanti casalinghe basate sull’uso di erbe, piante, o ingredienti naturali. E’ necessario però fare una precisazione: tale procedure non sono né miracolose né prive totalmente di rischi per lo smalto dei denti e vanno eseguite con cautela, facendo attenzione sia alla frequenza con cui si praticano, sia alla quantità di prodotto ad esempio il bicarbonato, che andremo ad utilizzare.

Detto questo, oggi voglio illustrarvi un efficace metodo sbiancante ’fai da te’ che vede l’aceto di mele come ingrediente principale. Alcuni studi hanno dimostrato la particolare azione sbiancante dell’aceto di mele che oltre a rendere i denti più bianchi preserva la salute della cavità orale, grazie alle sue virtù antibatteriche naturali.

Questa qualità gli viene conferita dalla presenza di acido malico , una sostanza presente nella frutta e in particolar modo nella mela. 

Loading...

Ricordiamo che questa sostanza è altamente corrosiva: se usata pura o in concentrazioni elevate demineralizza lo smalto dei denti compromettendone irrimediabilmente la salute. 

Per questo motivo è opportuno non esagerare e dosare appena un cucchiaio di aceto di mele diluito in un bicchiere d’acqua per la realizzazione di un collutorio sbiancante con il quale sciacquare la bocca la mattina prima di lavare i denti col consueto dentifricio. 

Oppure combinare un cucchiaio di aceto di mele con due cucchiai di sale marino integrale per la preparazione di una pasta sbiancante da usare come dentifricio una volta al giorno. 

Queste soluzioni, se praticate con costanza e in associazione con una corretta igiene orale, oltre a sbiancare i denti di aiuteranno a ridurre la formazione del tartaro e a prevenire le infiammazioni gengivali.

Se hai trovato utile questo articolo condividilo con i tuoi amici!