Pulire i fornelli in alluminio  anneriti dall’uso e dal grasso bruciacchiato, non è un’impresa facile, soprattutto se decidiamo di non usare agenti chimici e detersivi e di optare invece per alternative naturali

Per quanto sgrassare e igienizzare i fornelli possa essere faticoso,  è una procedura che va svolta regolarmente, altrimenti il  piano cottura d ’acciao, anche se  lucido e senza macchie,  ci apparirà sempre pulito male, se non addirittura sporco.

Leggi anche: ’ 5 infallibili metodi per pulire e far brillare l’acciaio inox

Chi possiede una lavastoviglie forse avrà qualche volta pensato di poterla usare per lavare i fornelli, ma attenzione si rovinano così come usare prodotti o sostanze abrasive.

Una soluzione possibile per rimuovere la patina nera che si deposita sulla superficie dei fornelli è l’uso del bicarbonato , che sfregato energicamente con una paglietta d’acciaio e tanto olio di gomito, permette ai più volenterosi di raggiungero lo scopo. 

Questa procedura è però meno veloce e più faticosa di quella che sto per proporti: vediamola insieme! 

Come pulire i fornelli anneriti senza fatica e senza detersivi

Non c’è cosa più semplice e veloce per pulire i fornelli che usare questo metodo, per alcuni ovvio forse, ma sicuramente efficace. Quello che occorre è semplicemente una quantità variabile di aceto bianco e una paglietta d’acciaio (ramina). 

L’aceto viene spesso utilizzato per le pulizie della casa grazie alle sue proprietà disinfettanti e alla nota azione anticalcarea che svolge.

Procedimento

Disponi all’interno di una pentola, i fornelli da pulire e ricoprili totalmente con l’aceto bianco. Metti la pentola sul fuoco (il fornello che utilizzerai lo pulirai dopo aver pulito gli altri ripetendo la procedura)  porta ad ebollizione, spegni e lascia stiepidire l’aceto prima di prendere in mano i fornelli.

Con la ramina sfrega leggermente la superficie in alluminio dei fornelli e ti assicuro la patina nera verrà via senza fatica e in pochissimo tempo.