Chi non conosce il  Tiramisù  il dolce al cucchiaio più amato dagli italiani, e non solo? E chi almeno una volta nella vita non si è mai cimentato nella sua preparazione, sperimentandone le tante varianti?

Da quello al caffè , sicuramente più conosciuto, a quello al pistacchio o alle fragole, non c’è occasione in cui non possa essere proposto ai nostri ospiti a fine pasto, eppure pur sembrando un dolce dalla semplice preparazione nasconde delle insidie che ne possono compromettere il gusto e la digeribilità.

Ed ecco che molti pasticcieri esperti decidono di regalarci qualche ’chicca’, 10 regole d’oro che se seguite renderanno perfetto il nostro tiramisù.

1.Le uova

Poiché il tiramisù è un dolce che non prevede cottura, è fondamentale che le uova siano fresche, meglio se biologiche.

Per un risultato eccellente è importante inoltre che vengano utilizzate a temperatura ambiente, pertanto anche se il guscio è particolarmente sporco è preferibile non lavarlo sotto il getto d’acqua, ma utilizzare un panno umido o una salvietta.

 2. I tuorli

Separate i tuorli dagli albumi montare i primi con metà dello zucchero che la ricetta prevede, fino a farli diventare spumosi. Successivamente aggiungete il resto degli ingredienti per una crema densa e omogenea.

Kritsada Namborisut/Shutterstock share

 3. Le proporzioni

Le proporzioni giuste tra gli ingredienti sono necessarie al fine di realizzare una crema compatta e sono le seguenti: 5 cucchiai di zucchero ogni 5 uova, e 500 grammi di mascarpone.

Non c’è cosa peggiore di una crema troppo liquida.

4. Il Mascarpone

Anche per il mascarpone vale la regola delle uova: va usato a temperatura ambiente e freschissimo e dal sapore bilanciato, ossia né troppo dolce nè troppo acidulo.

Lavoratelo con un cucchiaio per ammorbidirlo prima di aggiungere i tuorli con lo zucchero preparati in precedenza.

Alcuni usano la ricotta al posto del mascarpone, ma il sapore è decisamente diverso dal quello del tiramisù classico.

5. Gli albumi

Gli albumi vanno montati a neve ben ferma e aggiunti al composto assieme alla metà dello zucchero incorporato a pioggia necessario per la preparazione del tiramisù.  Gli albumi così preparati andranno aggiunti ai tuorli e al mascarpone solo a metà procedimento, facendo attenzione a non smontarli aiutandovi con una spatola e con movimenti dal basso verso l’alto.

Ricantimages/Shutterstock share

6. La panna

Sono molti ad utilizzare la panna in sostituzione degli albumi, ma in questo caso pur essendo una gustosa variante, il tiramisù risulterà essere più grasso e meno digeribile.

7. I biscotti

Riguardo alla scelta dei biscotti esistono diverse scuole di pensiero, la ricetta originale prevede l’uso dei savoiardi, ma va bene anche l’utilizzo dei pavesini. C’è però da dire che i savoiardi essendo di dimensioni più grandi assorbono meno caffè e garantiscono al dolce una maggior compattezza.

mr.chanwit wangsuk/Shutterstock share

8. Il caffè

Il caffè è l’ingrediente più importante del tiramisù, sceglietelo di buona qualità e prima di bagnare i biscotti, dopo averlo preparato aspettate che si freddi. Ricordate che non va zuccherato e che se preferite potete aromatizzarlo con una piccola quantità di rum o di vaniglia.

9. Il cacao

Spolverizzate il tiramisù di cacao rigorosamente amaro solo al momento di servirlo.

10. La temperatura

Lascia riposare il tiramisù qualche ora in frigorifero prima di servirlo ben freddo, oltre che più gustoso sarà sicuramente più compatto.