Il cous-cous , o cuscus , è un preparato che si usa soprattutto nella cucina nordafricana , ma che si è diffuso anche nelle parti più meridionali d’Italia, specie nelle isole, Sicilia e Sardegna. A vederlo sembra simile al riso o ad un altro cereale, ma in realtà è un impasto di frumento e acqua.

Tradizionalmente il cous-cous si faceva a mano , mescolando la semola di grano duro con l’acqua per formare delle palline che poi venivano passate al setaccio. O ggi si usano, più che la semola, orzo, mais o miglio ; in commercio puoi trovare anche versioni integrali o gluten free e in genere il cous-cous che compri al supermercato è già cotto una prima volta.

COME SI PREPARA IL COUS-COUS

Fonte: www.misya.info share

Se non ti sei mai cimentata con questo curioso ingrediente dovresti proprio farlo, perchè è molto versatile , puoi farci dei piatti unici sfiziosi e preparare persino dei dolci! Tutto sta nel cuocere correttamente il cous-cous : non è difficile, ma un po’ diverso alle modalità a cui siamo abituati con la nostra cucina italiana.

Il cous-cous non va bollito come la pasta, ma solo coperto con acqua bollente per pochi minuti : se lo fai bollire diventerà un pancotto immangiabile. Mettilo in una terrina, nè troppo grande nè troppo piccola, e versaci sopra un filo di olio affinchè i grani si separino l’uno dall’altro. Agevola il processo separandoli manualmente, passandoti il cous-cous tra le dita.

Versa sul cous-cous dell’acqua bollente, in rapporto uno ad uno : il cous– cous non deve venire sommerso ma l’acqua deve stare a filo. Poi copri con un canovaccio e lascia riposare per 10 -15 minuti . Ogni tanto muovi il cous-cous con una forchetta così che non si formino grumi.

Tutto qua! Ora il cous –cous è pronto . Se vuoi puoi mettere il sale nell’acqua bollente, ma se il condimento che vuoi usare è già sufficientemente saporito non sarà necessario. Versa ancora un po’ di olio per mantenere i chicchi separati poi lascia che il cous -cous raffreddi a temperatura ambiente mentre tu prepari gli altri ingredienti.

Eccoti 5 modi in cui puoi condire il cous-cous per un aperitivo, per il pranzo o  la cena, per un dessert esotico.

COUS-COUS VEGETARIANO

Fonte: www.jehancancook.com share

Se tra i tuoi commensali ci sono persone che seguono una dieta vegetariana puoi preparare un condimento a base di sole verdure . Salta in padella con un filo di olio una zucchina tagliata a rondelle, una melanzana tagliata a cubetti, una carota precedentemente sbollentata e tagliata a tocchetti, una manciata di piselli e una cipolla affettata sottilmente.

Versa tutto sul cous–cous aggiungendo dei pomodorini di tipi pachino freschi tagliati a metà, qualche foglia di basilico fresco, dei capperi e delle olive nere tagliate a rondelle. Se il tutto ti sembra troppo asciutto, aggiungi un pochino di olio ma senza esagerare .

Clicca sul tasto ’AVANTI’ per leggere tutte le ricette