L’ aglio è una pianta bulbosa che usiamo moltissimo in cucina per insaporite i nostri manicaretti . Tante persone però lo trovano indigesto , e per questo motivo lo eliminano dalle loro ricette. Sbagliatissimo!

L’aglio è ricchissimo di virtù positive per il nostro organismo , come puoi scoprire leggendo questo interessante articolo, e dunque non dovremmo mai farlo mancare dalle nostre tavole . Non ci devi rinunciare, infatti, se non lo digerisci: esistono tanti modi per renderlo più tollerabile al tuo intestino e al tuo stomaco . Scopriamo insieme quali sono i metodi più comuni .

AGLIO CRUDO O AGLIO COTTO?

Fonte: momjunction.com share

La prima cosa che devi sapere è che l’aglio crudo, anche se potrebbe sembrare strano, è molto più digeribile di quello cotto ; tanto più che è preferibile mangiare sempre gli spicchi crudi, perchè conservano maggiormente le loro capacità medicamentose.

COME MANGIARE L’AGLIO CRUDO

Se vuoi mangiare l’aglio crudo, puoi toglierne l’anima interna : di solito al centro ha un filamento verde, che è quello che risulta più indigesto. Se invece non ne sopporti il sapore acre, mangiane uno spicchio avvolto in un’ostia sottile.

LO SPREMIAGLIO

Uno strumento molto utile per insaporire a crudo i tuoi piatti, specie le insalate, è lo spremiaglio , uno strumento capace di estrarre il succo dagli spicchi rendendolo quindi più facile da digerire.

IMMERGERE L’AGLIO IN LATTE O ACQUA 

Fonte: twodogsinthekitchen.wordpress.com share

Un metodo molto usato per togliere l’odore e il sapore pungete all’aglio e quindi renderlo più digeribile consiste nell’ immergerlo nel latte:  un quarto d’ora se il latte è caldo, un’ora intera se è freddo.

In alternativa lo si può far bollire in acqua per tre volte : questo è il trucchetto che di solito usano i grandi chef.

AGLIO COTTO: MEGLIO NON SBUCCIARLO

Se vuoi fare un bel soffrittino con l’aglio, devi fare sempre molta attenzione a non bruciarlo perchè in quel caso diventa nocivo . Puoi aggiungerlo per ultimo, o tenerlo, come si suol dire “in camicia”, quindi senza privarlo della sua pellicola esterna.

Se il soffritto è solo con aglio, ricorda di metterlo triturato nell’ olio freddo .

AGLIO MARINATO O AROMATIZZATO

Infine, un buon modo per usare l’aglio per condire i piatti a caldo o a crudo consiste o nel marinarlo sottolio , procedimento a seguito del quale è gustosissimo da mangiare anche come stuzzichino ad un aperitivo , e nell’accompagnarlo ad erbe aromatiche come il prezzemolo o il basilico che ne rendono più agevole l’assimilazione da parte dell’intestino.

Adesso non hai più scuse: non rinunciare all ’aglio e ai suoi  tanti benefici!