Seduti davanti al caminetto con un buon punch da sorseggiare, magari in compagnia della persona amata...un’atmosfera senza dubbio che emana calore e serenità. Oggi vogliamo parlarvi proprio di lui, il liquore invernale per eccellenza: il punch. Dovete sapere che fu inventato in India nel lontano 1552 da marinai inglesi e si compone principalmente di una parte di acqua ed una parte alcolica, alle quali vengono aggiunti aromi come possono essere la buccia di arancia o limone, oppure spezie come lo zenzero, anice stellato o chiodi di garofano. In alternativa all’acqua è possibile utilizzare un infuso di te, del gusto preferito. Ma continuate a leggere e scoprite le 4 ricette per preparare un buon punch e scaldare l’inverno, non perdete inoltre la variante analcolica per chi non ama l’alcool o perché no, da riservare ai più piccoli.

Punch tradizionale (inglese)

La parola punch, nella lingua hindi, tra gli altri significati, ha anche quello di “cinque” e sono proprio 5 gli ingredienti che compongono la ricetta originale, ovvero tè, zucchero, cannella, limone e acquavite. Vi è anche una variante a base di rhum composta da acqua bollente, rhum delle Antille, succo di limone, spirito di noce moscata e arak, un distillato di vino di riso originario dell'Indonesia. Una versione più semplice è quella che prevede acqua bollente alla quale aggiungere zucchero, quindi rhum, scorza di limone e di arancia e si lascia bollire per 5 minuti. Il punch così ottenuto verrà quindi gustato bel caldo.

Punch al mandarino

Se amate il profumo degli agrumi, del mandarino in particolare, preparare un punch al mandarino sarà un’estasi per l’olfatto. Sofisticato e ottimo come digestivo, il punch al mandarino saprà scaldare l’inverno e prepararlo è semplicissimo. Ma una regola è d’obbligo: il rhum al mandarino deve essere gustato caldissimo. Per prepararlo dovrete aggiungere ad 1 litro di acqua 250 g di zucchero,lasciate bollire l’acqua fino a che lo zucchero non sarà completamente sciolto, quindi aggiungete  ½ litro di rhum di ottima qualità e la scorza di mandarino, lasciate bollire ancora qualche minuto, dopo di che è pronto da gustare.

Punch alla livornese

La variante del punch all’italiana, comunemente chiamata ponce alla livornese, dove gli ingredienti sono rivisitati ed adattati alle produzioni locali. Innanzitutto l’acqua viene sostituita da tè o caffè concentrati ed al posto del rhum delle Antille viene utilizzato un rhum di produzione locale, il rumme, un liquore a base di alcool, zucchero e caramello scuro. Nel corso degli anni la ricetta originale è caduta in disuso, ed oggi viene preparato nel seguente modo: si dosano lo zucchero, la scorza di limone e il rum rigorosamente di produzione propria (a cui a volte viene aggiunto del cognac), questo composto viene portato ad ebollizione, quindi viene aggiunto il caffè ristretto. Il punch così ottenuto si versa in piccoli bicchierini appositi e servito bollente.

Punch delle feste

Questa versione del punch è l’ideale se si vuole sostituire i classici liquori digestivi alla fine di pranzi o cene nei periodi festivi come il Natale o comunque alla fine di ogni pasto abbonante in cui si ha bisogno di qualcosa che aiuti la digestione. Si prepara usando del tè nero o del tè bianco a cui si andranno ad aggiungere alcune spezie come possono essere i chiodi di garofano o la cannella. Dovrete quindi portare ad ebollizione il tè, aromatizzare aggiungendo le spezie, infine in rhum.

Punch analcolico

La versione analcolica, come detto nell0introduzione, è riservata a chi non ama l’alcool ma non vuole rinunciare ad una calda bevanda da gustare in compagnia o per far sentire “grandi” i più piccini. La parte alcolica verrà sostituita con del succo d’arancia appena spremuto, del succo di limone o ancora del succo d’ananas, diluiti con dell’acqua. Questa variante verrò essere servita fredda per esaltare il gusto della frutta. Se invece preferite la versione calda potrete preparare il punch a base di zenzero. Affettate lo zenzero e portatelo in ebollizione in 250 mi di acqua, aggiungete del coriandolo, un pizzico di cannella, un chiodo di garofano e del succo di limone. Lasciate bollire per 20 minuti, quindi filtrate e gustate ben caldo.

Loading...