Il basilico è una delle piante aromatiche per eccellenza: in cucina è molto usata nell'ambito della dieta Mediterranea, soprattutto per arricchire sughi e piatti. A tale scopo, però, sarebbe meglio utilizzare il basilico fresco . Impossibile? Niente affatto: basta coltivare una piantina di basilico sul balcone o sul davanzale della propria finestra... 

Il nome botanico del basilico è ocimum basilicum ; si tratta di una pianta erbacea annuale originaria dell'India. Il suo nome viene dal greco e vuol dire "pianta da re" . La pianta si presenta con un fusto eretto, alto fino a 60 centimetri, su cui nascono foglie lanceolate e bollose, di colore verde intenso, che sono quelle che vengono impiegate in cucina. Il basilico produce anche piccoli fiori bianchi.

Ci sono circa 60 varietà diverse di basilico; la più comune in Italia è quella detta "genovese" , dal nome della città in cui viene maggiormente usato per preparare una delle ricette più tipiche del nostro Paese, il pesto

Ecco alcuni  accorgimenti che bisogna usare se si desidera conservare una piantina di basilico in casa, per avere sempre a disposizione delle foglie fresche, affinché sopravviva per tutta la durata del suo ciclo vitale, che è annuale:

Quando si compra la pianta, bisogna subito effettuare il travaso in un contenitore di terracotta . Il terriccio da usare deve essere morbido e ben drenante, poiché il basilico teme i ristagni d'acqua. Allo stesso tempo però la piantina ha bisogno di essere tenuta costantemente umida . Per capire se ha bisogno o meno di acqua, basta infilare la punta del dito nel terriccio per percepire se è bagnato o meno.

Il basilico ha bisogno di luce , che però non deve mai essere diretta, altrimenti le sue foglie si brucerebbero. 

Non ha bisogno di essere potata: basta ogni tanto togliere le nuove cimette, in modo tale che le foglie crescano più grandi e rigogliose.

Usando queste poche regole si avrà così sempre pronte delle foglie fresche da poter impiegare in cucina . Il basilico è l'insaporitore principe del sugo di pomodoro, ma viene usato anche in molte altre ricette, in primis il già citato pesto. Si usa per conferire il suo inconfondibile odore a piatti a base di carni bianche, insalate, uova strapazzate.

Ma il basilico ha anche molte altre virtù : serve a curare tosse e raffreddore, è un potente antibiotico e aiuta a calmare lo stomaco in disordine. Se le foglie vengono messe nella vasca da bagno riempita di acqua calda, i suoi effluvi hanno un potere rilassante.

In conclusione si può dire che ci sono davvero tanti motivi per adottare una piantina di basilico in casa: non ultimo quello puramente ornamentale , visto che le sue foglie verdi riescono a rallegrare il terrazzo e si sposano perfettamente con i colori della piante fiorite.