Menù

Fagiolini: preparazione e tempi di cottura

Condivisioni
Leggi con attenzione

I fagiolini, nonostante abbiano caratteristiche simili a quelle di un ortaggio, appartengono alla famiglia delle leguminose. Quindi i fagiolini sono legumi contrariamente a quanto si potrebbe credere.

Quando si acquistano per verificare la freschezza dei fagiolini, è necessario controllare che i piccioli, siano belli verdi, le estremità non raggrinzite e i baccelli sodi e prosperosi. Quelli freschi, piegandoli, si spezzano nettamente, mentre quelli vecchi, sono flaccidi ed elastici.

Come si cucinano i fagiolini e i vari tipi di cottura dei fagiolini verdi, lo vedremo in questa breve guida.

Come si puliscono i fagiolini

Nonostante siano piccoli e teneri, i fagiolini vanno preparati con molta cura. La prima cosa da fare, è quella di staccare le estremità opposte al picciolo. Prendete un fagiolino alla volta e con un coltello staccate il picciolo e tiratelo verso l’esterno così da togliere il filo legnoso presente lungo il baccello. Una volta tolte le due estremità, lavate i fagiolini sotto acqua corrente strofinandoli delicatamente con le mani per rimuovere qualsiasi residuo. 

Fagiolini cottura

Per quanto riguarda la cottura dei fagiolini invece, se non si fa attenzione, questi ultimi possono diventare di colore giallastro e di conseguenza risultare poco invitanti da magiare.

Per far rimanere i fagiolini verdi , il primo consiglio è quello di cuocere i fagiolini lessi o al vapore , senza coprire la pentola, aggiungendo il sale solo verso fine cottura. Una volta cotti, andranno scolati con una schiumarola e immersi direttamente in un recipiente pieno di acqua fredda e ghiaccio.

Questo metodo, fa si che il colore del fagiolino rimanga invariato. Un’altro consiglio, è quello di aggiungere un cucchiaio di bicarbonato nell’acqua di cottura, per far mantenere al fagiolino la giusta croccantezza.

Loading...

Come cucinare i fagiolini

Cucinare i fagiolini è molto semplice: puoi scegliere tre tipi di cottura e preparare i fagiolini lessi o bolliti, i fagiolini al vapore oppure cuocerli nella pentola a pressione.

Fagiolini lessi: versate dell’acqua in una pentola molto ampia, in modo da riuscire a coprire totalmente i legumi. Quando l’acqua bolle, versate nella pentola i fagiolini lavati e puliti. Nel momento in cui l’acqua riprende a bollire, il tempo di cottura dei fagiolini è di circa 5 minuti.

Fagiolini al vapore: lessare i fagiolini con questo metodo, permette di conservare tutti i loro principi nutritivi. Per lessarli, versate circa 3 cm di altezza di acqua in una pentola. All’interno della pentola, sistemate poi un cestello in metallo dedito alla cottura a vapore. Coprite la pentola con un coperchio e lasciate che l’acqua bolla. Una volta che l’acqua bolle, versate i fagiolini lavati e puliti al interno del cestello. Lasciate cuocere a fuoco lento per alcuni minuti avendo cura di coprire la pentola con un coperchio. 

Fagiolini nella pentola a pressione: versate i fagiolini lavati e puliti nella pentola a pressione e coprirli a filo con dell’acqua.Chiudi la pentola a pressione e riponila sul fuoco. Quando la pentola comincia a sibilare calcolate come tempo di cottura 5 minuti se si vogliono dei fagiolini belli croccanti, 10 minuti se si desiderano ben cotti.

Loading...
Advertisement
Top