Menù

La Ricetta Originale del Pandoro

Condivisioni
Leggi con attenzione

Il pandoro, insieme al panettone, è da alcuni anni a questa parte diventato “il” dolce di Natale per eccellenza, complice la grande distribuzione. Fin dal mese di novembre cominciamo a vedere gli scaffali stracolmi di ogni tipo di pandoro o panettone.

Le ricette originali di questi due dolci sono infatti state variamente modificate per esigenze commerciali: oggi si trovano con ogni tipo di farcitura e in ogni genere di variante. La ricetta originale, però, resta sempre la più buona perchè ha il sapore delle cose di una volta.

Quest’anno ti piacerebbe fare il pandoro con le tue mani, per riscoprirne il vero sapore e stupire i tuoi ospiti? Eccoti allora la ricetta, come tradizione vuole!

Fonte: www.consigliaricette.com

UN PO’ DI STORIA: COME NASCE IL PANDORO

Facciamo un piccolo passo indietro per scoprire come, dove e quando è nato il pandoro. Questo dolce ha infatti una data di nascita ufficiale, ed è il 14 ottobre 1884. In quel giorno il signor Domenico Melegatti (ti dice niente questo nome?) depositò all’Ufficio Brevetti l’idea di questo dolce. Il pandoro è di forma troncoconica, con la base che descrive una stella a sei punte. A disegnare tale forma fu l’artista Biacna Dall’Oca.

L’impasto è soffice e spumoso, e per questo alcuni credono che la ricetta derivi da quella del pan brioche. Altro “antenato” del pandoro è il “pan de oro” molto diffuso nel Settecento a Venezia. Però il “papà” ufficialmente riconosciuto del pandoro è il “nadalin”, dolce veronese del Duecento. Per questo il pandoro è considerato veronese di nascita.

Fonte: www.dissapore.com

LA RICETTA DEL PANDORO

Entriamo ora nel vivo della questione: eccoti la ricetta per fare il vero pandoro con le tue mani, come da ricetta depositata. Per prima cosa ti devi procurare gli ingredienti che ti elencheremo, oltre che, ovviamente, uno stampo dalla forma adatta.

INGREDIENTI


  • 450 grammi di farina 00
  • 3 uova intere e un tuorlo
  • 140 grammi di zucchero
  • 170 grammi di burro
  • 100 ml di latte
  • 20 grammi di lievito di birra
  • una bacca di vaniglia
  • un pizzico di sale


PREPARAZIONE

Sciogli 5 grammi di lievito di birra in un po’ di latte riscaldato. Unisci un cucchiaio di zucchero, il tuorlo di un uovo e 50 grammi di farina. Questo è il cuore dell’impasto, quello che permetterà al resto di lievitare in modo giusto.

Leggi anche  Pizzette di melanzana: un piatto facile e veloce perfetto per l'estate
Fonte: spelucchino.blogspot.it

Fai riposare questo primo impasto per almeno un’ora, finchè il suo volume non diventi il doppio. Lascialo in un ambiente caldo, ad almeno 30 gradi.

Loading...

Dopo un’ora unisci a questo impasto i restanti lievito e latte, oltre a un uovo e 100 grammi di zucchero. Amalgama anche 200 grammi di farina, 30 grammi di burro ammorbidito a temperatura ambiente. Infine, aggiungi tutta la farina rimanente.

Fonte: spelucchino.blogspot.it

Lascia che l’impasto ottenuto riposi per un’altra ora, sempre ad una temperatura di circa 30 gradi. Da ultimo devi aggiungere due uova, l’interno della bacca di vaniglia e un pizzico di sale. Impasta ancora con cura poi fai lievitare per altre due ore. Quando è nuovamente lievitato, metti l’impasto in frigorifero per almeno 10 ore.

COTTURA

Trascorse le 10 ore puoi preparare il pandoro lavorando l’impasto nel modo che ti spiegheremo. Stendilo con il mattarello trasformandola in un quadrato. Metti al centro 140 grammi di burro ammorbidito a temperatura ambiente e richiudi i quattro angoli.

Fonte: spelucchino.blogspot.it 

Ora hai un altro quadrato. Stendilo con il mattarello trasformandolo in un rettangolo, senza far fuoriuscire il burro, poi piegalo per tre volte per il lato più lungo. Stendilo di nuovo, ripiegalo e ristendilo per tre volte in tutto.

Metti il panetto ottenuto in frigo per 20 minuti. Trascorso questo tempo modellalo fino a formare una palla che metterai nello stampo ben imburrato. Metti in forno a 170 gradi. Nel forno metti anche un pentolino con dentro dell’acqua, che serve a far rimanere l’impasto morbido.

Fonte: spelucchino.blogspot.it  

Dopo 15 minuti, abbassa la temperatura a 160 gradi e continua la cottura per altri 50 minuti. Quando il tuo pandoro è pronto, lascialo intiepidire, tiralo fuori dallo stampo e spolveralo con zucchero a velo. Sentirai che differenza rispetto ai prodotti commerciali!

Come vedi la lavorazione è un po’ lunga, ma ne vale la pena: prova e ci saprai dire! E Buon Natale!

Loading...
loading...
Advertisement
Top