Per una colazione salutare e ipocalorica, è possibile preparare la marmellata in casa IN MODO SEMPLICE, FACILE E VELOCE , senza zuccheri, conservanti, addensanti e coloranti aggiunti. Adatta ai nostri piccoli, e a chi vuole restare in forma senza rinunciare ad una colazione gustosa e sana. Una marmellata composta al 100% da sola frutta.

Se vogliamo però escludere lo zucchero dagli ingredienti , che ha anche la funzione di conservante naturale della nostra marmellata, dovremmo fare particolarmente attenzione alla sterilizzazione dei vasetti e dei coperchi (che dovranno essere nuovi, MAI RIUSARE I TAPPI! ) immersi in acqua bollente per circa 5 minuti, lasciati raffreddare in essa, estratti per essere asciugati ed immediatamente riempiti con il composto ancora molto caldo. Un'ulteriore precauzione consiste nell'aggiungere al vasetto, un cucchiaio di alcol alimentare , di cui il sapore scomparirà totalmente.

Questo processo di sterilizzazione, è estremamente necessario per evitare la formazione di muffe ed assicurare la corretta conservazione della nostra marmellata fatta in casa .

Ecco tutto ciò che ci occorre:

-1 kg di fragole/albicocche/pere

-2 mele

-succo di limone

-cannella o zenzero

-acqua

-3 vasetti medi (250 gr x3)

Lavate accuratamente la frutta (se di coltivazione biologica ancor meglio) scelta per la vostra marmellata , asciugatela, tagliatela a cubetti insieme alle mele , e lasciatela a macerare per circa un'ora insieme al succo di un limone , per evitare che la mela scurisca. 

La mela nella nostra marmellata avrà un ruolo fondamentale , non avendo aggiunto zuccheri, né addensanti/gelificanti, la pectina naturale contenuta in essa darà come risultato la classica consistenza della marmellata .

Successivamente versate la frutta macerata in una pentola e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 45 minuti. Aggiungete a piacere della cannella o dello zenzero per insaporire maggiormente la vostra marmellata, ed all'occorrenza, qualora il composto risulti troppo denso , mezzo bicchiere d'acqua mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

Una volta terminata la cottura, versate immediatamente la marmellata ancora bollente nei vasetti a 5 millimetri dal bordo, chiudeteli ben stretti e capovolgeteli a testa in giù. Dovranno restare in questa posizione, 48 ore per poter creare il sottovuoto

Se successivamente il tappo sotto la pressione di un dito genererà un "click" vuol dire che non si sarà creato il sottovuoto e la marmellata andrà consumata in tempi brevi e conservata in frigorifero .

Tutti i barattoli che hanno raggiunto il sottovuoto possono essere conservati in dispensa per circa 3 mesi , e una volta aperti andranno tenuti in frigorifero e consumati entro una settimana.

Otterrete una marmellata di gran lunga migliore in termini di paragone con le marmellate in commercio, sotto tutti i punti di vista: gusto, genuinità e poche calorie!

Marianna Manzo