Menù

Un Trucco Geniale Per Innaffiare Le Piante Senza Sprechi Di Acqua… E Partire Tranquilli!

Condivisioni
Leggi con attenzione

Innaffiare le piante è una parte del giardinaggio molto particolare, deve essere eseguita nella maniera giusta altrimenti la pianta subirà dei danni. La dose di acqua in particolare deve essere esattamente quella di cui la pianta ha bisogno, né di più, altrimenti marcirebbe, né di meno, altrimenti seccherebbe. 

Ecco allora che occorre un metodo che da una parte renda l’azione efficace e dall’altra eviti sprechi di acqua, il trucco che andremo ad illustrarvi risponde ad entrambe le esigenze. Inoltre, questo metodo è particolarmente indicato quando dobbiamo partire per un vacanza o comunque siamo assenti da casa per un lungo periodo e non abbiamo modo di poter innaffiare le piante.

Ma andiamo al dunque e vediamo di che si tratta.

Prima fase

...

idealog.co.nz
Il principio base su cui si fonda questo trucco è l’impermeabilità della plastica sfruttata attraverso contenitori (semplici bottiglie) e sul principio di condensazione dell’acqua. Sembrerebbe molto complicato da realizzare, in realtà è più facile di quanto si pensi.
Per prima cosa occorre procurarsi delle bottiglie di plastica di due dimensioni diverse, possono essere bottiglie da mezzo litro e bottiglie da un litro e mezzo, oppure bottiglie da un litro e mezzo e taniche da tre litri. Ovviamente più grande sarà la dimensione più lunga sarà l’efficacia del metodo.

Seconda fase – il serbatoio

...
Nella seconda fase si procede alla costruzione del serbatoio che andrà a contenere l’acqua. Prendiamo il contenitore di plastica più piccolo e tagliamolo più o meno a metà e manteniamo la parte con il fondo. 
Scaviamo una buca vicino alla pianta da innaffiare e posizioniamoci la porzione di bottiglia che abbiamo ottenuto interrandola fino al bordo, quindi riempiamola di acqua. A questo punto prendiamo il contenitore più grande e tagliamo anche’esso a metà.

Terza fase – la condensazione

...
Ora che abbiamo ottenuto la porzione del contenitore più grande non resta altro da fare che posizionarla esattamente sopra la parte interrata. Fatto ciò il sistema di irrigazione è pronto per entrare in funzione, più sole ci sarà più le piante saranno innaffiate. Come? Con il principio di condensazione. L’acqua contenuta nel serbatoio interrato con il calore del sole evaporerà, le goccioline di vapore andranno a depositarsi sulla superficie interna del contenitore più grande, che, condensandosi, scivoleranno sul terreno bagnandolo in maniera proporzionale al calore ricevuto.

Vantaggi

  • questo sistema di irrigazione è a impatto ambientale pari a zero, funziona con energia solare al 100%
  • è automatico ed economico, una volta posizionati serbatoio e coperchio non occorre far altro, più la temperatura sarà alta più le piante necessiteranno di acqua, ma più alto sarà il colore più l’acqua del serbatoio evaporerà, tutto avviene in maniera proporzionale
  • le foglie non vengono bagnate, molte piante vengono danneggiate se le foglie ricevono acqua, con questo sistema il pericolo è scongiurato
Leggi anche  Come coltivare l'alloro: consigli

Loading...
    ...


    Loading...
    loading...
    Advertisement
    Top