L'estate è ormai arrivata e, come ogni anno, ci offre una vasta gamma di frutti saporiti e colorati. 

I frutti estivi per eccellenza sono senza ombra di dubbio l'anguria e il melone, che immediatamente rievocano nell'immaginario collettivo spiagge, sole, mare e vacanze. 

Freschi, succosi e dolci, l'anguria e il melone sono un must sulle nostre tavole, dove possiamo servili in infiniti e creativi modi, partendo dal classico sorbetto fino a un più sofisticato risotto. Ce n'è decisamente per tutti i gusti.


Oltre che buoni, costituiscono un valido alleato per la nostra salute sotto diversi aspetti. Sono frutti che facilmente dissetano e permettono di reintegrare tutti i sali minerali che perdiamo per il caldo di cui spesso soffriamo durante la stagione estiva. 

Infatti entrambi sono costituiti per oltre il 90% di acqua per un contenuto calorico bassissimo. Nonostante il sapore dolce possa trarre in inganno, l'anguria possiede solo 4 grammi di zucchero per 100 grammi mentre il melone conta solo 34 kcal per 100 grammi, ed entrambi hanno un indice glicemico molto basso.

Inoltre l'anguria rappresenta un aiuto naturale contro le malattie cardiache e riduce i livelli di colesterolo cattivo, mentre il melone contribuisce alla prevenzione del cancro, perché ricco di carotenoidi, e di infarto e ictus, grazie alla presenza di adenosina. Entrambi sono ricche di vitamine del gruppo B e svolgono un ruolo importante per preservare la salute dei reni grazie alle proprietà diuretiche dovute all'elevato contenuto d'acqua.

Mangiare anguria e melone fa bene alla salute e al palato. Questo ormai si sa. Resta un unico dubbio: come riconoscere un frutto maturo

Non è una missione impossibile. Alcuni piccoli trucchi ci aiuteranno a scegliere quelli più maturi e succosi, senza cattive sorprese al rientro dal fruttivendolo.

Toccate il picciolo.

Per entrambi i frutti, l'attenzione al picciolo può fare la differenza nella scelta tra un frutto acerbo e uno bello succoso. Per l'anguria, il picciolo non deve essere secco, ma umido, meglio ancora se fuoriesce del succo. Per il melone, invece, il picciolo deve essere tenero e pronto a staccarsi, segno che il frutto è pronto per essere gustato.

Ascoltate il suono

Per entrambi i frutti, è utile bussare con pugni leggeri la superficie, e prestare attenzione al suono che generiamo. Un frutto maturo provocherà un inconfondibile suono di vuoto.

Attenzione al colore.

Anche il colore della buccia può aiutarvi nella scelta. Un anguria matura avrà sulla sua buccia verde delle chiazze color giallo lungo tutta la superficie.

Annusate il frutto

Un altro trucco usato dai nostri nonni è quello di annusare l'odore del melone. Se risulta profumato, è segno che abbiamo tra le mani un frutto dolce e zuccherino.

Una volta applicati questi piccoli e semplici trucchi, non ci resta che scegliere la ricetta più appetitosa con cui gustarli. Provate a inserire il melone nelle vostre insalate o ad usare l'anguria per realizzare dei ghiaccioli per i più piccoli o decorare la vostra torta preferita. Non ve ne pentirete.