Menù

Cellulari e Pc hanno più batteri di un Wc! Disinfettiamoli in poche e semplici mosse.

Condivisioni
Leggi con attenzione
Utilizzandoli tutti i giorni e spesso per tutto il giorno, non ci rendiamo conto che i nostri cellulari, Pc e tablet sono zeppi di batteri!
Ciò è stato dimostrato anche da uno studio, realizzato dal professore americano William De Paolo, dell’Università della California, il quale ha scoperto che, sui nostri cellulari, si accumulano circa dieci tipi di batteri e funghi diversi.
La stessa cosa avviene per tablet e personal computer.

Per questo motivo, i nostri dispositivi tecnologici, vanno disinfettati in maniera corretta almeno una volta al mese, vediamo come.

Puliamo cellulari e tablet:

Spegnete il dispositivo e prendete un panno in microfibra, senza esercitare forti pressioni iniziate a strofinare il panno sul display per pulirlo.
Nel caso in cui fosse molto sporco potete bagnare leggermente il panno con una miscela di 2 parti d’acqua ed 1 di acqua ossigenata, in questo caso cercate di evitare le zone del microfono per prevenire eventuali danni.
Per pulire i bordi e gli angoli di telefoni e tablet potete usare uno spazzolino vecchio, con setole morbide, senza bagnarlo.

Puliamo il Pc:

Anche in questo caso ricordatevi sempre di spegnerlo prima di iniziare la pulizia. Per pulire lo schermo seguite le indicazioni che abbiamo già dato per i cellulari e i tablet, per la tastiera, invece, potete adoperare un piccolo pennello e inserirlo in tutti gli angoli nascosti, per una pulizia profonda.
Se non avete un pennello e non volete comprarlo potete usare, anche in questo caso, uno spazzolino da denti vecchio.

Due consigli utili:

– non utilizzate mai tovaglioli di carta per la pulizia degli schermi dei vostri dispositivi, essa infatti potrebbe graffiarli e rovinarli;
– non adoperate alcool o prodotti simili, le sostanze chimiche possono danneggiare l’estetica dei dispositivi elettronici.

Adesso sapete cosa vi occorre per disinfettare il vostro cellulare ed eliminare i batteri che vi si annidano, non vi resta che passare alla pratica!
Leggi anche  Come riutilizzare le bustine di tè usate
Loading...
loading...
Advertisement
Top