Tutti in casa abbiamo un rotolo di carta di alluminio , il cui utilizzo più consueto è quello di avvolgere gli alimenti al fine di conservarli più a lungo. Forse non tutti sanno che la carta di alluminio ha anche altre straordinarie proprietà , che sono state teorizzate da scienziati e studiosi, e che hanno effetto sul nostro corpo.


Credits: pixabay

Secondo questi studiosi nel nostro corpo si trovano delle cellule che sono in grado di interagire con i campi magnetici del pianeta Terra; applicando in alcuni punti del corpo della carta di alluminio è possibile amplificare questa interazione traendone beneficio, soprattutto se si hanno dolori e fastidi.

Se ad esempio si avverte dolore alle articolazioni , per via di una fastidiosa artrite, lo si potrà lenire avvolgendo un pezzo di carta di alluminio attorno alle parti dolenti (dita, ginocchia, gomiti, ecc) e fasciando la zona con una benda, che dovrà essere  mantenuta per tutta la notte al fine di ottenere risultati migliori.   

Questo trattamento va ripetuto per almeno una decina di giorni, ed effettuato all'occorrenza. Se ne trarrà immediato giovamento.


Credits

La carta di alluminio offre sollievo anche se si soffre di gotta , e aiuta a far guarire più in fretta le cicatrici o le ustioni

Si può usare anche semplicemente come rimedio estetico . Quando si è dormito poco e al mattino si ha la faccia gonfia e stravolta, basta applicare sul viso per qualche minuto delle strisce di alluminio che siano state in frigorifero per alcune ore . Il volto tornerà subito fresco e riposato!

Infine, la carta di alluminio è utile anche per chi ha avuto un arto amputato . Spesso si sente infatti dolore, come se la parte mancante fosse ancora al suo posto. Si chiama sindrome dell'arto fantasma . Avvolgendo della carta di alluminio sulla parte amputata si avrà un immediato sollievo.

Alcuni sostengono che sia meglio usare l'alluminio mettendo all'interno, ovvero a contatto con il corpo, la parte opaca; altri dicono sia meglio quella lucida. La maggior parte degli scienziati però è concorde nel dire che  qualsiasi lato venga utilizzato non compromette l'efficacia del trattamento.