La stagione invernale ci regala diversi frutti molti dei quali particolarmente ricchi di vitamina C,  indispensabile per rinforzare il nostro sistema immunitario e proteggerci dalle infezioni delle vie respiratorie, che in inverno sono tra le più frequenti .

Tra questi i mandarini , agrumi succosi e appetibili, che possono essere consumati in qualsiasi momento della giornata sia a spicchi che sottoforma di succo e data la sua alta digeribilità e le pochissime calorie – solo 58 per 100 grammi rappresentano un valido spuntino adatto anche a chi segue un regime alimentare controllato.

La presenza di vitamine , sali minerali e antiossidanti conferisce al mandarino numerose proprietà benefiche, che tuttavia non si limitano solo alla polpa, ma si estendono anche alla buccia, che noi tutti generalmente buttiamo, ignorandone i benefici.

Come sfruttare le proprietà benefiche della buccia di mandarino

Gli oli essenziali contenuti nella buccia di mandarino la rendono un ottimo alleato per la profumazione degli ambienti e la cura della casa, così come per la realizzazione di prodotti cosmetici. La buccia di mandarino vanta infatti la presenza di   limonane,  un antiossidante chpreviene l’invecchiamento precoce della pelle, inoltre le sue proprietà astringenti ed emollienti le conferiscono efficacia per il trattamento di diversi inestetismi cutanei.

Consumare la scorza fresca dei mandarini però non è possibile, pertanto per utilizzarla e godere dei suoi benefici è necessario essiccarla.

Farlo è una procedura molto semplice: dopo aver accuratamente lavato e rimosso la buccia dei mandarini, meglio se provenienti da coltivazioni biologiche, sarà sufficiente disporla accanto ad un termosifone o all’interno del forno a bassa temperatura, oppure usare un apposito essiccatore. 

Loading...

In base agli utilizzi la buccia di mandarino essiccata potrà essere tagliata a striscioline oppure tritata finemente e ridotta in polvere con l’aiuto di un mix da cucina o di un macinino da caffè.

Potrai conservare la buccia essiccata in un barattolo a chiusura ermetica per diversi mesi, avendo cura di tenerla in un luogo fresco e al riparo dalla luce.

I benefici della buccia di mandarino

L’alta percentuale di fibre contenute all’interno della buccia di mandarino garantiscono il corretto funzionamento dell’intestino, facilitandone i movimenti naturali (peristalsi)  e la regolare espulsione dell feci. 

Contribuiscono inoltre ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue offrendo supporto per la prevenzione di patologie a carico del cuore e della circolazione.

Gli antiossidanti e le vitamine presenti nella buccia dei mandarini    prevengono l’invecchiamento cellulare e assicurano il corretto funzionamento degli organi, se inserite all’interno di una alimentazione sana ed equilibrata. Le sue proprietà antinfiammatorie riducono il rischio di affezioni bronchiali e delle vie respiratorie.

Come utilizzare la buccia essiccata di mandarino

La buccia di mandarino, così come quella degli agrumi in generale, può essere usata in cucina per aggiungere sapore a molte ricette sia dolci che salate. Dalle torte ai budini, ma anche per dare un tocco in più ad insalate e macedonie di frutta.

Per la cura della persona, potrai aggiungere la polvere essiccata alla tua crema per le mani o per il corpo e aromatizzarla di un delicato sentore agrumato, oppure realizzare uno scrub per il viso aggiungendo altri ingredienti come lo zucchero o la farina di mandorle.

Uno degli utilizzi più indicati per il benessere dell’organismo è la preparazione di una tisana, attraverso la quale sfruttare tutte le sue virtù naturali e trattare alcuni fastidiosi disturbi come la tosse, il raffreddore e la congestione nasale.

Dopo aver essiccato le buccie di mandarino, tagliale a striscioline e mettine 2 cucchiai in infusione all’interno di una tazza di acqua bollente. Lascia riposare per un paio di minuti e successivamente filtrala prima di consumarla.

Per il trattamento coadiuvante della tosse dopo aver essiccato le bucce di mandarino versane due cucchiai all’interno di una tazza d’acqua bollente. Trasferisci  il contenuto in un barattolo di vetro a chiusura ermetica e lascia riposare per una settimana in un luogo fresco. Filtra e diluisci 20 gocce dell’estratto ottenuto in un un bicchiere d’acqua. Assumi la soluzione prima di andare a dormire e fino ad un massimo di tre volte al giorno.

Per il raffreddore e la congestione nasale , basterà introdurre le bucce essiccate tagliate a striscioline all’interno di un un recipiente contenente acqua bollente e respirarne i vapori per non più di 10 minuti.

L’assunzione della buccia di mandarino è sconsigliata nei soggetti che presentano particolari allergie e in concomitanza con l’assunzione di alcuni farmaci. Pertanto è importante consultare un medico per una corretta diagnosi dei disturbi sopra citati, e per l’utilizzo delle suddette procedure.

Se hai trovato utili questi consigli condividili con i tuoi amici!

Scrivi qui il testo...