La secchezza delle fauci , il cui termine medico è  xerostomia è una condizione fastidiosa che si presenta nei casi in cui una ridotta produzione di saliva, altera la normale idratazione della mucosa orale. 

La saliva esplica numerose funzioni e quando è carente può determinare difficoltà digestive, rendere faticosa la deglutizione, causare alitosi, favorire l’insorgenza di infezioni micotiche – candida o mughetto, irritare le gengive e predisporre alla formazione della carie.

L’origine di questo disturbo è attribuibile a diversi fattori ad esempio l’assunzione di alcuni farmaci come gli antistaminici o gli antidepressivi, uno scarso apporto di liquidi, l’abuso di alcolici, il tabagismo, malattie della tiroide, diabete, morbo di Parkinson, ma anche stati d’ansia e stress.

Quali sono i rimedi naturali per il trattamento della bocca secca?

Bere liquidi

La prima cosa da fare è sicuramente quella di mantenersi idratati, soprattutto se vengono assunti farmaci diuretici o se si pratica un’intensa attività fisica e quindi vengono espulsi molti liquidi attraverso la sudorazione. Bere acqua e mangiare frutta sono le soluzioni più naturali per prevenire la secchezza delle fauci.

Masticare una gomma senza zucchero o succhiare una caramella

Per ridurre immediatamente la spiacevole sensazione di secchezza della bocca, può essere d’aiuto masticare un Chewing gum senza zucchero o succhiare una caramella dura, meglio se dal gusto aspro (al limone per esempio).

Preferire il caffè decaffeinato

Per coloro che non riescono a fare a meno del caffè è consigliabile, in caso di bocca secca, preferire il tipo decaffeinato in quanto la caffeina esplica un’azione diuretica che ne favorisce la comparsa.

Mangiare una carota

Mangiare carote o sedano stimola la secrezione di saliva e inoltre non fa ingrassare.

Evitare l’uso dei collutori che contengono alcol

Usare il collutorio è una sana abitudine grazie alla quale assicuriamo a denti e gengive un’adeguata igiene quotidiana. E’ opportuno però ricordare che nella composizione di questi preparati è prevista una percentuale alcolica che per sua natura causa secchezza. Pertanto è sempre consigliabile ricorrere a prodotti per l’igiene orale privi di alcol e quanto più possibili naturali. 

Puoi preparare tu stessa un collutorio mescolando 1/2 tazza di succo di aloe vera, 1/2 tazza di acqua,  un cuccchiaino di bicarbonato di sodio, 2 gocce di olio essenziale di menta e una goccia di tea tree oil.

Mangiare cibi aspri

Coloro che soffrono di xerostomia trovano molto utile l’assunzione di frutta aspra come limoni e agrumi. Bere un bicchiere d’acqua con una buona dose di succo di limone stimola la salivazione e riduce efficacemente la sensazione di secchezza della bocca.

Evitare la respirazione con la bocca

A tutti può succedere di svegliarsi al mattino con la bocca secca, ma laddove non sono presenti particolari patologie o condizioni precedententemente descritte, la xerostomia è imputabile alla difficoltà di respirare con il naso a causa per esempio di un raffreddore, una deviazione del setto nasale o altro.

Respirare con la bocca aumenta la secchezza delle mucose, pertanto dove non vi siano impedimenti è sicuramente più indicato inalare l’aria dal naso, che inoltre verrà maggiormente depurata dal pulviscolo e adeguatamente umidificata.