Che impresa ardua è quella di rimuovere una scheggia dalla pelle! Le schegge in questione sono, generalmente, di piccole dimensioni e questo può creare dei problemi nel momento in cui si prova ad estrarla. Infatti, vengono abitualmente utilizzati strumenti come il nastro adesivo, l’ago o le forbici che possono anche risultare pericolosi.
Eppure esiste un metodo davvero semplice ed efficace al fine di rimuovere queste fastidiose e, spesso, dolorose schegge. Come? Scopritelo leggendo l’articolo…


Qual è il materiale necessario?

Gli strumenti necessari per questa operazione sono alla portata di chiunque:

  • acqua
  • 1 bottiglia di plastica


Cosa si deve fare?


Il procedimento è molto semplice, basta seguire attentamente queste indicazioni:

  • far bollire l’acqua;
  • riempire la bottiglia quasi fino all’orlo con l’acqua calda;
  • appoggiate la parte con la scheggia al collo della bottiglia;
  • attendete pochi istanti che il vapore agisca;
  • estrarre la scheggia ormai ben visibile con una pinzetta. 


Qual è il funzionamento?


Chiudendo la bottiglia con la pelle, si crea un vuoto d’aria nella bottiglia stessa ed il vapore dilata i pori della pelle che, ammorbidendosi, rende semplice l’estrazione della scheggia.


Servono particolari accortezze?


L’unica attenzione da avere è quella di, al termine di procedimento, applicare dell’olio di cocco o una crema antibiotica per evitare eventuali infezioni .

Inoltre, adoperando questo processo si potrebbe evitare di incorrere in infezioni o visite indesiderate al pronto soccorso.
Seguendo queste istruzioni, è molto semplice rimuovere le schegge che interessano aree ridotte; per le zone più ampie potete provare ad utilizzare un bicchiere di vetro .