Menù

Borsite: 8 modi per eliminare il dolore

Condivisioni
Leggi con attenzione

Abbiamo otto “borse” per ogni spalla, undici intorno a ogni ginocchio, settantotto per ogni lato del corpo. Molte di loro non hanno neppure un nome, e finché fanno il loro lavoro non c’è motivo di star lì a pensare che esistono.

Ma basta che una si fermi e si scopre subito quanto sono importanti queste piccole sacche di liquido chiamate “borse”. E si scopre anche, purtroppo, com’è dolorosa la malattia che si chiama Borsite

Le borse fanno in modo che le numerose articolazioni dell’organismo interagiscano senza attrito. Lavorano così duramente, senza farsi notare e senza mai lamentarsi, ha scritto un medico, “che anche quando una è in difficoltà, di solito il problema viene attribuito (sbagliando) a qualche altro organo più importante”.

E non si sa quando succede. La borsite attiva, si ritira, colpisce di nuovo. questo gioco a nascondino, tipico della Borsite acuta, è un guaio in più per chi ne soffre e una frustrazione per chi cerca di capire quali sono le cure che funzionano davvero.

Paragonata a un problema articolare come l’artrite, la borsite è una brutta sorellastra che aspetta il principe azzurro. Forse un giorno la scienza medica baderà di più a questa malinconica malattia che sta lì a far tappezzeria. Finora ci sono solo alcuni rimedi, molto collaudati, che possono portare un po’ di sollievo a questa sindrome dolorosa.

Borsite rimedi

Credits


Riposatevi

La prima cosa da fare, per qualsiasi dolore alle articolazioni è riposarsi. Interrompete l’attività che vi fa star male e mettete a riposo l’articolazione. Dimenticate quello che dicono gli sportivi a proposito di stringere i denti ed andare avanti.

Ghiaccio

Se l’articolazione è calda al tocco, utilizzate del ghiaccio. Alternate dieci minuti di ghiaccio, dieci minuti di pausa, dieci minuti di ghiaccio e così via. Finché l’articolazione è calda, non applicate calore.

Caldo e Freddo

Se il dolore o il gonfiore non sono troppo acuti e il calore se n’è andato, fate una combinazione di trattamenti caldi e freddi: dieci minuti di ghiaccio, dieci minuti di caldo, dieci minuti di ghiaccio e così via.

Loading...

Usate qualche farmaco da banco 

Se non siete allergici, utilizzate qualche antinfiammatorio da banco, come ad esempio l’aspirina. L’aspirina ad azione ritardante vi permette di mantenere nel sangue la giusta concentrazione del principio attivo, senza costringervi a prendere una compressa tutti i momenti. L’aspirina tamponata viene assorbita a livello intestinale e va bene anche per chi soffre di problemi gastrici. Ma l’asprina normale rimane una delle soluzioni migliori.

Calmate il dolore con l’olio di ricino

Di solito, lo stadio più doloroso della borsite regredisce in quattro o cinque giorni, ma può durare anche di più. Quando il dolore non è più acuto, bisogna cambiare la terapia. In questa fase il calore sostituisce il freddo e l’esercizio l’immobilità. Un impacco a base di olio di ricino è molto efficace e facile da fare. Spalmate la giuntura dolorante con olio di ricino, coprite con cotone o flanella e applicate qualcosa di caldo.

Imparate a dondolare

Se il problema è un dolore al gomito o alla spalla, i medici raccomandano di far dondolare liberamente il braccio per dare sollievo al dolore. All’inizio esercitatevi solo per un paio di minuti, ma fatelo più volte durante la giornata. Bisogna mantenere una certa ampiezza di movimento, l’articolazione non deve essere rigida, ma non bisogna nemmeno sforzarla troppo. I dottori consigliano di piegarsi in avanti, sostenendosi con il braccio e la mano sana appoggiati a una sedia. Lasciate pendere in giù il braccio dolorante, poi fatelo dondolare avanti e indietro  alla fine disegnate dei cerchi, in senso orario e antiorario.

Stiratevi come un gatto

È assolutamente fondamentale fare esercizio dopo un attacco di borsite. Tutti gli esperti raccomandano di fare dello stretching per riportare l’articolazione alla sua piena e normale funzionalità. Un efficace stiramento di base per l’articolazione irrigidita della spalla è l’esercizio del atto. Mettetevi a quattro zampe, con le mani un po’ più avanti delle spalle. Poi, tenendo le braccia distese, vi stirate all’indietro e vi sedete sui talloni.

Dieci giorni di tempo

Alcuni ritengono che la miglior cura per la borsite è prendere ogni giorno, per dieci giorni, una “pastiglia di tempo”. A volte ne basta meno, a volte ne serve di più, ma il tempo è sempre un ingrediente attivo. Insomma, ci vorrà del tempo prima che la Borsite guarisca.

Leggi anche: quali sono i sintomi della peritonite acuta

Leggi anche  Come usare l’aceto di mele per sbiancare i denti
Loading...
loading...
Advertisement
Top