Menù

“Sonni rumorosi”: 7 consigli per smettere di russare

Condivisioni
Leggi con attenzione

“Roncopatia” è questo il termine scientifico che viene attribuito al fastidioso russare che rende le notti, di chi dorme accanto, un vero e proprio incubo. C’è da dire innanzitutto che le fragorose russate sono fastidiose sì per chi divide il letto, ma lo sono anche per chi purtroppo le emette. Eh sì, perché russare equivale a respirare male e quindi a non ottenere una buona ventilazione e ossigenazione. A tutto ciò vanno aggiunte le apnee notturne che spesso accompagnano e sono provocate del russare. Anche chi russa quindi ha il sonno disturbato, che a lungo andare può portare a problemi di salute ben più gravi, come danni cardiovascolari o rischi di ipertensione.

Le cause possono essere sia di natura fisiologica, dovute quindi ad una riduzione dell’elasticità e del tono muscolare delle mucose delle prime vie aeree (palato molle, ugola e gola), sia dovute a cattive abitudini alimentari, sovrappeso o allergie di cui non si è a conoscenza. Pertanto il primo passo da fare è quello di riconoscere la causa, ed una volta individuata, intervenire nella maniera più appropriata. Se la causa è di carattere fisiologica occorre intervenire chirurgicamente per ristabilire il corretto funzionamento dell’apparato respiratorio, ma è bene sapere che i casi questi casi sono piuttosto remoti, mentre sono più comuni le altre motivazioni. E’ possibile, con piccoli rimedi, stratagemmi e correggendo alcune abitudini sbagliate, porre fine ai sonni rumorosi, vediamo come.

Lavaggi nasali: prima di coricarsi è consigliabile eseguire dei lavaggi nasali con una miscela di acqua e sale, in questo modi si decongestiona il naso e vengono disinfettate le mucose. 


Oli essenziali: l’uso di oli essenziali (ginepro, eucaliptolo, menta o pino mugo) messi in appositi diffusori nella camera da letto, portano giovamento alle vie respiratorie che vengono liberate e la respirazione diviene più naturale.


 Attenzione al peso: sbagliate abitudini di vita, sedentarietà, uso eccessivo di alcol, fumo, mangiare eccessivamente portano ad uno stato di salute poco sano con conseguente aumento di peso. Il tutto si manifesta in una difficoltà a respirare bene la notte e di conseguenza russare.

Leggi anche  Hai Problemi di Sudorazione Ed Alito Cattivo? Prova Questo Rimedio Ogni Mattina E Risolverai Il Problema

large f0019

Loading...

Aiuti fitoterapici: se il russare è causato da un’allergia, è possibile utilizzare un rimedio fitoterapico, la perinilla, che ha benefici effetti antinfiammatori.


Posizioni per dormire: è provato che dormendo supini si russa di più, quando si va a letto allora è consigliabile dormire su un fianco, in questa posizione infatti si respira meglio – curiosità: c’è chi usa la tecnica della pallina da tennis, da infilare in una tasca appositamente cucita dietro allo schienale del pigiama, al fine di obbligare, anche chi proprio non riesce a controllare la posizione, a dormire di lato – inoltre potrebbe essere utile utilizzare un secondo cuscino così da tenere la testa alzata ed aiutare ulteriormente la respirazione.


Cerotti o spray: in commercio ci sono cerotti  -ad esempio i cerotti nasali, che dilatando le narici facilitano una corretta respirazione notturna – oppure spray appositamente studiati per risolvere questo problema, ma è da sottolineare che questi rimedi sono indicati per disturbi di lieve entità.


Niente colpetti, meglio parlarne: Spesso, quando si dorme al fianco di un “russatore” si prova anche a fare un poco di rumore, lo si strattona un po’ sperando che questo basti a farlo smettere; purtroppo così non è perché in tal modo non si fa altro che svegliarlo leggermente, quel poco che basta per farlo smettere di russare, ma appena si riaddormenta comincerà di nuovo. Meglio quindi affrontare il problema e convincere l’ignaro russatore ad andare a rintracciare la causa e intervenire per la sua salute, affinché entrambi possiate dormire sonni tranquilli.

Loading...
loading...
Advertisement
Top